​’Do you like Lecce?’. I turisti stranieri invadono un Salento che piace

I microfoni di Leccenews24 si sono aperti sui tanti visitatori d'oltralpe e d'oltreoceano che in questi giorni si possono vedere a frotte per le strade del capoluogo salentino. Spagna, Francia, Stati Uniti e non solo. Guardate le video interviste in lingua.



C’è chi sceglie Lecce come destinazione turistica per trascorrere dei semplici giorni di vacanza, chi per passare un po’ di tempo con i propri figli e la famiglia, chi, amante dell’arte, per conoscere e ammirare le architetture barocche.
 
Migliaia sono i turisti provenienti da ogni dove, come ad esempio dalla Francia o dall’Olanda, dall’Austria o dagli Stati Uniti d’America, che si aggirano tra i luoghi più conosciuti della città, muniti di cartine geografiche e fotocamere. Altrettanto numerosi, sono i gruppi di turisti accompagnati da guide, che illustrano in tante lingue diverse i luoghi più suggestivi del capoluogo salentino.
  
È stato interessante intervistare i molteplici visitatori con lo scopo di capire quanto Lecce, una città così piccola in confronto alle grandi metropoli, sia abbastanza rinomata anche in altri luoghi del mondo.
  
All’elementare domanda ‘vi piace Lecce?’ nelle varie lingue parlate, le risposte sono state svariate, ma quasi sempre con esito positivo, salvo qualche critica sulla mancanza di parcheggi utili a ridosso del centro storico (più che annosa questione).
  
Alcuni amano la nostra città per lo stile architettonico dei luoghi di culto, altri per la gastronomia tipica, o per il calore e l’accoglienza che si respira passeggiando per le vie del centro storico.
  
Solitamente, per la maggior parte dei visitatori, le mete di attrazione sono Piazza Duomo, Piazza Sant’Oronzo, Santa Croce, Palazzo dei Celestini e via dicendo. Di fatti, proprio in questi luoghi si può notare come molti di loro siano impegnati a immortalare la bellezza dei monumenti leccesi.
  
Durante le interviste, è sorto che, uno dei motivi principali per il quale i giovani viaggiatori scelgono il capoluogo salentino, è il progetto Erasmus, che offre loro la possibilità di ampliare le conoscenze linguistiche e di venire a contatto con una realtà di gran lunga differente.
  
Lecce, oltre a disporre di qualità artistiche, possiede la capacità di far sì che coloro che la visitano si sentano a casa. Insomma, la nostra città rimane impressa nei ricordi dei visitatori soprattutto grazie all’atmosfera che si respira.
  
Sara Puscio
Désirée Spedicato

Ultima modifica: 2 agosto 2017 12:34

In questo articolo