​Un progetto con l’associazione ‘Piccoli Passi’ e il Consiglio Comunale dei Ragazzi: Caprarica diventa a misura di bambino

Caprarica si apre ai più piccoli: già da questo mese infatti via all’iniziativa sul riciclaggio e l’astronomia e il primo Consiglio Comunale dei Ragazzi. Per le giovani coppie sarà anche dimezzata l’Imu.

L’Amministrazione Comunale di Caprarica lancia il nuovo progetto interamente dedicato ai più piccoli. Grazie, infatti, a una stretta collaborazione con la scuola dell’infanzia, i bambini della cittadina per tutto l’anno seguiranno un percorso che mette insieme l’educazione al riuso e recupero dei materiali e l’astronomia: il tutto con l’obiettivo di far comprendere ai piccini chi siamo nel mondo e quanto lo dobbiamo rispettare.
 
A guidare i bambini ci penserà l’Associazione “Piccoli Passi” attraverso laboratori multimediali e manuali in cui verranno utilizzati materiali di riciclo, verranno affrontati temi legati al Sistema Solare e alle Stagioni. Un modo, insomma, dare spazio alla lettura di storie, miti e leggende del Cielo, per creare un primo approccio tra i bambini, la loro realtà e l’infinitezza del mondo, rendendo le complesse nozioni scientifiche.
 
Non solo. Gli studenti della scuola Primaria e Secondaria di primo grado già da dicembre siederanno in Consiglio Comunale. Si è, infatti, deciso di introdurre il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze che parteciperà a quello degli “adulti”, con possibilità di prendere la parola e dire la propria. È un modo per indurre alla partecipazione attiva i più giovani e per far emergere forte la loro voce sulle scelte cruciali per il paese.
 
Appare chiaro come a Caprarica si voglia dare centralità ai bambini. ‘L’Amministrazione Comunale – si legge in una nota – sostiene in modo convinto la possibilità che Caprarica possa favorire l’insediamento di giovani coppie e famiglie con figli. Per questo ha varato un dimezzamento dell’IMU. Ci sarà una riduzione del 50% dell’IMU per gli immobili dichiarati non abitati al 31/12/2016, e successivamente occupati da giovani coppie (età massima 40 anni per ciascuno dei componenti, di cui almeno uno vi trasferisca la residenza nell'immobile oggetto del beneficio) o nuclei familiari in cui sia presente almeno un figlio minore, o utilizzati nell'ambito del progetto SPRAR in corso di attivazione (rivolto a famiglie e famiglie monoparentali)’.



In questo articolo: