Laboratori, tavole rotonde e ospiti. Tutto pronto per la nona “Festa della Scienza” ad Andrano

Al via ad Andrano il 15 maggio la Nona Edizione della Festa della Scienza. Protagonista la Scienza raccontata dai ragazzi delle scuole di I e II grado che, durante il fitto programma ricco di iniziative, avranno l’occasione di potersi confrontare direttamente con esperti.

Si tratta di un’occasione di crescita culturale non solo per i ragazzi, ma per l’intero tessuto sociale pugliese. Inizia oggi, ad Andrano, la nona edizione della Festa della Scienza; protagonista sarà, appunto, la Scienza raccontata dai ragazzi delle scuole di I e II grado che, durante il fitto programma ricco di iniziative, avranno l’occasione di potersi confrontare direttamente con eminenti esperti del settore.

La manifestazione, organizzata dal comune di Andrano, patrocinata dalla Regione Puglia con il supporto scientifico dell’Istituto Pasteur-Italia, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), l’Università del Salento, l’Università Sapienza di Roma, rappresenta un momento di vivace e partecipato incontro dove un pubblico più che mai variegato si incontra e si confronta con eminenti scienziati di fama internazionale. “La Festa della Scienza, alla nona edizione, è al suo giro di boa: è cresciuta nel tempo divenendo un appuntamento di rilievo nel panorama culturale e scientifico salentino – sottolineano gli organizzatori – nonché un momento per mettere al centro il valore della ricerca scientifica e del progresso quali fari di sviluppo.

Il programma

Si inizia il 15 e 16 maggio (dalle ore 9:30 alle ore 13:00) presso la Scuola Primaria di Andrano con i “Laboratori didattici e di lettura creativa per raccontare la scienza e le donne scienziate”. I laboratori sono a cura dell’operatrice culturale e book blogger Paola Bisconti con il supporto del gruppo di lavoro di #civediamoinbiblioteca di Andrano e sono rivolti agli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria.

Il 17 maggio dalle ore 16:00 alle ore 19:00 verrà presentata, presso le sale del Castello di Andrano, la Mostra conclusiva dei laboratori didattici e di lettura creativa: “Il talento più grande è la propria sensibilità”. Ospite d’onore Antonio Musarò, Direttore Scientifico della Festa della Scienza e Professore dell’Università La Sapienza di Roma. La manifestazione sarà arricchita da momenti di discussione tra ricercatori e società civile.

Venerdì 18 maggio alle ore 18, presso la Sala Consiliare Castello Spinola-Caracciolo di Andrano, è organizzata una tavola rotonda sul tema “Trasformazioni, tumori e timori: tra progressi della scienza, fake news e scoop giornalistici”.

Sabato 19 maggio si chiude con l’evento clou della manifestazione: alle ore 10, la Conferenza Stampa presso la Biblioteca del parco nel Castello di Andrano per presentare il progetto Festa della Scienza con la partecipazione di tutte le autorità coinvolte. Alle ore 11:00 è prevista l’inaugurazione del laboratorio scientifico “Capire per Crescere” presso Scuola Secondaria di primo grado Andrano. Alle ore 15:00, presso le sale del castello di Andrano, si darà ampio spazio ai protagonisti principali della “Festa della Scienza”: gli studenti delle scuole medie e superiori che presenteranno i loro progetti e concorreranno a vincere ricchi premi.

Ospite d’onore

L’ospite d’onore de “La Festa della Scienza” 2018 è il prof. Pier Paolo Di Fiore, eminente scienziato di fama internazionale nel campo dell’oncologia molecolare e grande divulgatore scientifico che farà una lettura magistrale su: “Trasformazioni: dall’isonomia all’omeostasi alla patologia”. Nell’ambito della manifestazione sarà anche presentato il progetto “I ragazzi di Pasteur”, promosso dall’Istituto Pasteur-Italia e dalla IBSA Foundation, rivolto a tutte le Scuole secondarie di I e II grado.

Il progetto prevede la realizzazione di una collana di volumi, pubblicata da Carocci editore. Ogni volume è composto da un testo scientifico, curato da uno scienziato, e da un fumetto sullo stesso tema realizzato dalla Scuola Romana dei Fumetti sulla base della sceneggiatura scritta da un gruppo di studenti delle scuole medie. Obiettivo è avvicinare gli studenti al mondo della scienza in modo attivo e originale.



In questo articolo: