Realtà o allucinazioni. Con BELIEFS il Salento si tinge di thriller

Set cinematografico in provincia di Lecce per il film di Gino Brotto dal titolo ambiguo e inquietante, Beliefs (credenze).

Ci sono modi e modi di fare Cinema. Ci sono storie da raccontare e cose da far vedere al mondo, cose in cui credere, anche se è difficile farlo. Funziona così per BELIEFS (credenze) opera prima del leccese Gino Brotto, virtuoso della macchina da presa che, sostenuto da un cast tecnico di comprovata esperienza ed efficienza, ha messo in piedi una storia dal retrogusto salentino in un’atmosfera decisamente dark.

È una storia nera come il buio della notte illuminato da una lampada ad olio, vorticosa come una storia d’amore perduta, assillante come il suono rituale di un carillon.

C’è una donna distesa sul letto, un uomo che torna dalla campagna, la biblioteca di un misterioso convento, il freddo della notte nelle nostre estati.

Siamo stati sul set e abbiamo verificato che Brotto costruisce dettaglio dopo dettaglio, una storia spaventevole, scritta da Giuseppe Bruno, e interpretata da magnifici attori calati nell’irreale sceneggiatura di un tempo che più non è.

È già pronto il primo lancio del film, girato tra Torrepaduli e Acaya, in lavorazione oggi.



In questo articolo: