A Melpignano una celebrazione per commemorare gli aviatori Umberto Oriolo e Paolo Ceccato

Nel corso di una missione addestrativa, rinunciarono ad abbandonare il velivolo MB339 che, a causa di un’avaria, perdeva quota e rischiava di precipitare sul centro abitato

A 30 anni dall’incidente aereo in cui persero la vita il capitano Umberto Oriolo e il sergente Paolo Ceccato, il 61° Stormo di Galatina e il Comune di Melpignano hanno ricordato i due piloti con cerimonia commemorativa e l’assegnazione di una borsa di studio per giovani studenti salentini.

Nel pomeriggio di martedì 18 giugno si è svolta presso il comune di Melpignano la commemorazione dell’istruttore capitano pilota Umberto Oriolo e dell’allievo sergente Paolo Ceccato, che persero la vita in seguito a un incidente di volo avvenuto nei cieli di Melpignano. Il 16 giugno 1994, i due aviatori della Scuola volo salentina, durante una missione addestrativa, rinunciarono ad abbandonare il velivolo MB339 che, a causa di un’avaria, perdeva velocemente quota, rischiando di precipitare sul centro abitato. I piloti condussero coraggiosamente l’aereo fino alla periferia del paese, ma non riuscirono purtroppo a evitare l’impatto al suolo, che avvenne nei pressi del campo sportivo del comune salentino. L’estremo sacrificio fece meritare a entrambi la Medaglia d’Oro al Valor Civile.

A distanza di 30 anni l’Aeronautica Militare e la comunità di Melpignano hanno ricordato quel gesto eroico con una cerimonia semplice ma densa di significato, durante la quale è stata deposta una corona d’alloro sulla targa collocata nel luogo dell’incidente. L’evento ha visto la partecipazione del Comandante del 61° Stormo, il colonnello Vito Conserva, del sindaco di Melpignano, Valentina Avantaggiato, delle Associazioni d’Arma dei paesi limitrofi, oltre a una nutrita rappresentanza di allievi piloti della Scuola di Volo salentina.

A seguire, il colonnello Vito Conserva ha consegnato una borsa di studio, intitolata ai due aviatori, allo studente classificatosi primo tra gli alunni delle terze classi della scuola secondaria di primo grado dell’istituto comprensivo di Corigliano – Melpignano, sede di Melpignano, secondo una graduatoria stilata sulla base della media dei voti conseguiti durante l’anno scolastico appena concluso. Il premio è stato offerto dalla “Calotta” del 61° Stormo, un sodalizio tra gli ufficiali del reparto aeronautico.

Per il colonnello Conserva “Onorare il coraggio e il sacrificio del cap. Oriolo e del serg. Ceccato  celebra i valori fondamentali dell’Aeronautica Militare, un’istituzione che serve il nostro Paese con dedizione e spirito di servizio. Questa borsa di studio rappresenta una preziosa opportunità di crescita per i giovani studenti di Melpignano perché celebrando l’eroico esempio dei due piloti che hanno sacrificato la propria vita per salvarne  altre, indica alle nuove generazioni  valori assoluti quali altruismo, coraggio, senso del dovere, spirito di sacrificio”.



In questo articolo: