Pizze, rustici e calzoni in corsia per dire grazie al personale del Pronto Soccorso del Fazzi: ‘Siete grandi!’

Sabato sera è stato lo staff della Tana del Diavoletto di Trepuzzi che ha voluto far giungere il proprio pensiero agli operatori sanitari dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce

Proseguono le iniziative di solidarietà sul territorio nei confronti di chi, a causa del coronavirus e della crisi anche economica che ne è scaturita, sta attraversando un momento di seria difficoltà e in molti, moltissimi, casi non ha di che mangiare. Ma non si fermano nemmeno le azioni di riconoscenza nei confronti di medici, infermieri , oss e personale sanitario in genere che in queste settimane sono impegnati in prima linea contro il covid-19 mettendo a repentaglio anche la loro salute se non la propria vita.

Tante le attività commerciali che effettuano servizi ristorativi da asporto che non perdono occasione per fare sentire la loro vicinanza a queste persone. Sabato sera è stato lo staff della Tana del Diavoletto di Trepuzzi che ha voluto far giungere il proprio pensiero agli operatori sanitari dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Hanno sfornato pizze, rustici e calzoni caldissimi, li hanno riposti negli apposti contenitori, hanno caricato le bibite nelle buste e via da Trepuzzi verso il capoluogo per il personale impegnato nel turno serale all’interno del Pronto Soccorso del nosocomio leccese.

Un gesto semplice per ristorare chi era al lavoro, impegnato in mille attività. Ma soprattutto un segno, un segno di gratitudine per chi sta svolgendo una missione fondamentale in giorni così difficili che stanno segnando la nostra esistenza e che tutti non vediamo l’ora di metterci alle spalle.