Riapre l’Ospedale di Copertino. Passata l’emergenza coronavirus saranno riattivati tutti i reparti

La regione Puglia tiene fede a quanto scritto nel piano di riordino ospedaliero e riattiva nella sua completezza una struttura che serve un’area di 200mila cittadini

«Con grande soddisfazione vi annuncio che l’Ospedale di Copertino riapre. Poco fa è arrivata alla direzione generale della Asl di Lecce la comunicazione del direttore del Dipartimento della Salute, Vito Montanaro, con cui si dispone la riattivazione di tutti i reparti previsti dal Regolamento regionale ospedaliero».

Grande la soddisfazione dell’assessore regionale e copertinese doc Sebastiano Leo. La paura che il San Giuseppe da Copertino, dopo l’utilizzo come centro post acuzie nella lotta al coronavirus non riapresse i battenti o lo facesse lasciando chiusi molti, moltissimi reparti è stata del tutto scongiurata.

La Regione Puglia tiene fede a quanto scritto nel piano di riordino ospedaliero e riattiva nella sua completezza una struttura che serve un’area di 200mila cittadini e che nei periodi estivi, quando tutto sarà passato e il covid-19 sarà solo un ricordo che non impedirà ai turisti di raggiungere le meravigliose spiagge ioniche per godere di un mare unico, è garanzia di sanità per un numero importante di utenti non residenti.

Da sin. Sebastiano Leo, Giuseppe Conte, Maurizio Landini
Da sin. Sebastiano Leo, Giuseppe Conte, Maurizio Landini

«L’andamento epidemiologico è tale da consentire al nostro Ospedale di tornare ad essere punto di riferimento della città e di tutto il distretto socio-sanitario. Un fatto importante per Copertino, per la rete ospedaliera, ma anche il segnale che il peggio è passato anche se la nostra quotidianità sarà fatta ancora per un po’ di limitazioni, se pur attenuate – ha scritto in un post su Facebook Sebastiano Leo. Da copertinese sono anche orgoglioso del contributo che il nostro ospedale ha saputo dare in questa grave emergenza sanitaria. Il mio grazie sentito ai medici, agli infermieri e a tutto il personale che ha lavorato in prima linea».

Alla notizia plaude anche Francesco Perrone, segretario territoriale del Sindacato Fsi-Usae di Lecce: «Siamo lieti per la riattivazione immediata del Presidio Ospedaliero di Base di Copertino, come previsto dal Piano di riordino ospedaliero regionale che, lo ricordiamo sempre, prevede la presenza per il territorio delle seguenti unità operative:

• U.O.C. Direzione Medica di Presidio;
• U.O.C. Pronto Soccorso (seconda in termini di accessi in tutta la ASL di Lecce);
• U.O.C. Servizio di Laboratorio Analisi;
• U.O.C. Servizio di Radiodiagnostica;
• U.O.C. Servizio di Anestesia e Rianimazione(TIPO);
• U.O.C. Medicina Generale;
• U.O.C. Geriatria;
• U.O.C. Cardiologia;
• U.O.C. Chirurgia Generale;
• U.O.C. Ortopedia e Traumatologia;
• U.O.C. Servizio Trasfusionale;
• U.O.C. Farmacia Ospedaliera;

Il tutto oltre alle attivazioni dell’U.O. di Lungodegenza (post acuzie Covid )e di Riabilitazione».



In questo articolo: