‘Giorni accessibili’, a Ruffano una due giorni sui diritti delle persone con disabilità

Due incontri pubblici a Ruffano ed un corso gratuito sulla Lingua dei Segni Italiana. Primo appuntamento su affettività e sessualità: il benessere senza barriere.

Una due giorni per parlare di diversa abilità, accessibilità e pari opportunità. Il Comune di Ruffano apre il 2024 con un nuovo progetto per accendere i riflettori della sensibilità pubblica e dell’ attenzione di comunità sul tema dei diritti delle persone con disabilità attraverso l’iniziativa “Giorni accessibili”, fortemente voluta dall’assessora Angela Rita Bruno.

Realizzato con la cooperativa sociale Indisciplinati, il progetto si apre venerdì 12 gennaio con l’incontro “Sessualità, affettività e disabilità”, il cui il tema sarà il benessere senza barriere per proseguire poi venerdì 2 febbraio, presso la scuola primaria di Ruffano, l’evento “Il linguaggio del corpo come strumento di dialogo e forma di emancipazione” insieme alla Kitri Ballet di Alessano.

“Sessualità, affettività e disabilità”

L’appuntamento, con ingresso libero, è per le ore 19.00 presso la Biblioteca Comunale di Ruffano, sita in via Napoli. Dopo i saluti dell’assessora Angela Rita Bruno, interverranno Serena Grasso, presidente della odv Piacere per tutti, Azzurra Carrozzo, sessuologa e psicoterapeuta e Roberto Molentino di Pari.

Sarà proiettato il videoclip “Piacere per tutti day”, sulla giornata per il benessere sessuale accessibile, per poi passare ad un’attività interattiva mediante l’utilizzo di una “Love box”.

In chiusura, le conclusioni di Paola Meraglia, assistente sociale e vicepresidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Ruffano.

L’incontro sarà tradotto simultaneamente in LIS (Lingua dei Segni Italiana).

“Il linguaggio del corpo come strumento di dialogo e forma di emancipazione”

Giorni accessibili continuerà venerdì 2 febbraio, presso la scuola primaria di Ruffano con l’evento “Il linguaggio del corpo come strumento di dialogo e forma di emancipazione”.

La Kitri Ballet di Alessano si esibirà in una performance di danza inclusiva dal titolo “I colori della diversità”.

Andranno in scena 22 tra danzatori e danzatrici, abili e diversamente abili, della scuola di danza Kitri Ballet, in un intrecciarsi di parole ed armonie che sveleranno colore. Sarà un viaggio nella ricchezza della diversità che farà scoprire agli spettatori la bellezza della trasformazione e di come il colore nero possa avere mille sfumature.

“I colori della diversità” è una performance che nasce all’interno del percorso di danza inclusiva della scuola Kitri Ballet, basato sul metodo della Danceability, un connubio di: danza, movimento, improvvisazione e sperimentazione.

Interverranno: Mariangela Ricchiuto, cofondatrice di Kitri Ballet, Mary Zinzi, presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Ruffano e Grazia Turco, dell’associazione Utopia Sport.



In questo articolo: