‘Sindaco, perchè lo Skate Park è sempre chiuso?’, la denucia di un giovane cittadino

Gianmarco Sances, 9 anni, scrive alla nostra redazione mandando un suo video. Lo Skate Park di Via Medaglie d’Oro è ancora inspiegabilmente chiuso e versa nel degrado.

“Signor Sindaco, mi chiamo Gianmarco Sances, ho 9 anni. Mi puoi spiegare perche lo Skate Park di Lecce è sempre chiuso, è pieno di erbacce e sembra tutto rotto?”. C’è tanta delusione nella voce di un bambino salentino che, equipaggiato di tutto punto per passare una giornata nel parco del capoluogo dedicato agli skaters, si è trovato con i cancelli ancora chiusi ed uno stato di evidente degrado e abbandono che si palesa dalle ringhiere esterne. Aveva indossato casco e ginocchiere e si era portato appresso lo skate appena regalatogli da Babbo Natale.

Non gli sono bastate le parole del papà che lo invitava a farsene una ragione e a recarsi nel dirimpettaio Parco dei Colori che, invece, è aperto al pubblico e gode della visita di tante famiglie che trascorrono il loro tempo libero. Gianmarco ha pensato bene di trasformarsi in ‘inviato per un giorno’, lui che sta coltivando con entusiasmo la passione di fare ‘da grande’ il giornalista. Ha chiesto la fotocamera del cellulare e a favor di schermo ha mandato un messaggio al primo cittadino di Lecce Carlo Salvemini.

“Perchè questo parco è sempre chiuso ed è pure tutto rotto?” chiede Gianmarco che non vedeva l’ora di utilizzare il suo skateboard. Non sa il piccolo che quel parco non ha avuto una gran fortuna in città, sin dal momento della sua inaugurazione il 22 aprile del 2012. Sono passati dieci anni, sono cambiate le amministrazioni alla guida della città…eppure si contano più i giorni di chiusura che di apertura di quella struttura di Via Medaglie d’Oro, una struttura che in tempi lontani fu presentata come un fiore all’occhiello di Lecce, una delle prime di quella tipologia nel Sud d’Italia.

Certamente è proprio il sindaco la persona giusta a cui inviare il messaggio. Non tanto e non solo perchè è il primo cittadino e nessuno meglio di lui può sapere modi e temi di riapertura. Ma proprio perchè su quel parco tutti ricordano un post di Carlo Salvemini, allora esponente di Lecce Città Pubblica, che lamentava quell’ incredibile stato di incuria con i precedenti amministratori.

“La struttura con miniramp ed area street adagiata su un bel cemento al quarzo di 650 metri quadrati – scriveva l’attuale sindaco di Lecce – è stata abbandonata al proprio destino alcuni mesi dopo l’apertura, a causa dell’assenza di un piano di gestione. Tra qualche mesi si vota – si diceva nel post su facebook del 13 ottobre 2016 – e sarà la volta buona che si riesca a consegnare questo spazio pubblico ai nostri giovani skaters”.

Purtroppo da allora non si registrano stati di avanzamento. Certamente ci saranno altre priorità nella città capoluogo ma anche quello spazio da dedicare a tanti piccoli e meno piccoli – in un territorio che non è che offra poi così tanto – sarebbe importante per dare un segnale di normalità. E di vita.



In questo articolo: