Trovano un portafogli con oltre 1.200 euro, lo consegnano alla Polizia che lo restituisce al proprietario

Il gesto a opera di due fratelli di 19 e 17 anni. A smarrirlo un 57enne leccese che ha ringraziato i ragazzi per il loro gesto dal grande valore civico.

Un grande gesto di civiltà e soprattutto di onestà che ha consentito al proprietario di tornare in possesso di ciò che aveva smarrito.

Alle 19:00 circa della giornata di ieri, martedì 8 giugno, presso l’ufficio denunce della Questura di Lecce si sono presentati due fratelli, un ragazzo di 19 anni ed una ragazza di 17, entrambi studenti presso il Liceo Scientifico “Banzi”, portando con sé un portafoglio in similpelle nero, che avevano rinvenuto poco prima in via dei Ferrari, nei pressi del sottovia ferroviario.

In “Viale Otranto” grazie ai documenti che erano custoditi all’interno, gli Agenti in servizio presso L’Ufficio Generale e Soccorso Pubblico, hanno contattato il proprietario, un 57enne di Lecce, che lo aveva smarrito poco prima mentre sulla sua bicicletta e che non ne aveva ancora denunciato lo smarrimento.

All’interno, oltre alla Carta Identità, alla tessera sanitaria, al bancoposta e al postepay, vi era la somma di 1.240 euro suddivisa in banconote di vario taglio.

All’atto di rientrare in possesso e di tutto il contenuto, il proprietario ha ringraziato i ragazzi per il grande gesto di valore civico.

Nel corso dell’attesa negli Uffici il ragazzo ha fatto la conoscenza di alcuni degli Agenti della Sezione Volanti della Questura ai quali ha confidato il desiderio di entrare a far parte della Polizia di Stato e in particolare di poter un giorno diventare un Fisico Forense per lavorare nelle Specialità della Polizia di Stato.