Alberto da Udine nel Salento, il grande cuore di “Tutti in Camper!”

L’iniziativa dell’associazione salentina 2HE offre una casa su ruote ai malati impossibilitati ad affrontare lunghi tragitti.

Una vera e propria casa su ruote per le persone affette da malattie fortemente invalidanti, per raggiungere posti lontani in maniera completamente gratuita. “Tutti in Camper!” è il progetto che porta il suo sostegno ai malati di Sla, Sma, distrofie muscolari o affetti da gravi esiti post-traumatici, che sono impossibilitati a spostarsi con mezzi di trasporto più comuni o soggiornare in albergo. A beneficiare del servizio dell’associazione salentina 2HE nell’ambito del progetto nazionale Io Posso è stato Alberto da Udine che ha raggiungo il Salento a bordo di un camper.

La realizzazione di un sogno

Malato di Sla, Alberto ha un sogno da realizzare per quest’anno: tornare a immergersi in mare. Già l’anno scorso era stato ospite della prima struttura balneare attrezzata per i malati come lui, “La Terrazza ‘Tutti al mare!’” di San Foca, realizzata da Io Posso.

“Purtroppo, nell’ultimo anno le mie condizioni di salute sono peggiorate e non posso rifare un viaggio così lungo con i miei mezzi o con i mezzi pubblici”, racconta Alberto. “Per questo vorrei utilizzare il servizio “Tutti in camper!” nato proprio per situazioni come la mia. Il mezzo dovrà percorre l’Italia da un estremo all’altro per ben due volte e ho lanciato questa campagna di raccolta fondi per coprire le spese”.

Così, nel messaggio scritto per la campagna di crowdfunding, Alberto chiede aiuto per coprire le spese che altrimenti sarebbero insostenibili. Il progetto “Tutti in Camper!”, infatti, è gratuito per gli utenti e i costi di viaggio sono coperti grazie a campagne di raccolta fondi avviate dall’associazione 2HE sulla piattaforma online “Buona causa”.

Un progetto nato e cresciuto in Salento

“Un grazie come sempre va alla Puglia e al Salento in cui il nostro progetto è nato e cresce ogni giorno, anche proprio attorno alla Terrazza che ha riaperto lo scorso 15 giugno, tra l’altro, dopo un intervento di ristrutturazione e restyling, soprattutto con nuove pedane e nuovi gazebo che offrono maggiori confort per il passaggio e la permanenza in struttura. Anche in questa quinta stagione sta accogliendo ospiti non solo da tutta Italia ma anche dal resto d’Europa, con numeri raddoppiati, finora, rispetto alla scorsa stagione. Per le prossime mattine di luglio e per buona parte di quelle di agosto le postazioni sono già tutte sold out– dice Giorgia Rollo, presidente dell’associazione 2HE. “Con “Tutti in Camper” Io Posso ha dato avvio ad un nuovo viaggio e ad una nuova rete di collaborazioni con persone, con enti, con associazioni, in uno scambievole sostegno che può solo farci tutti più forti e liberi”.

Chiunque può donare una piccola somma di denaro e contribuire a realizzare il sogno di Alberto su https://buonacausa.org/cause/un-viaggio-per-alberto.



In questo articolo: