Aggressione su viale dell’Università, trovato anche il secondo autore del pestaggio ad un senegalese

Individuato il pachistano che era stato “riconosciuto” dalla vittima dell’aggressione, un senegalese picchiato senza motivo e spedito in ospedale.

Ha un nome il secondo pachistano “riconosciuto”, insieme ad un concittadino, dalla vittima di una violenta aggressione andata in scena su viale dell’Università. Il 28enne senegalese, pestato apparentemente senza motivo, ha di nuovo chiesto aiuto agli uomini in divisa, quando ha “incrociato” per caso sulla sua strada, due persone che il giorno prima lo avevano prestato fino a fargli perdere quattro denti.
Già ieri, alle prime luci del mattino, un pachistano era finito nei guai per lesioni. E anche in quel caso lo straniero preso a botte aveva indicato uno dei suoi aggressori, mentre gli altri erano scomparsi e rimasti “sconosciuti”. Almeno fino ad oggi. Fino a quando il senegalese, tornando su viale dell’Università dove era accaduto il fatto, ha riconosciuto due degli autori materiali dell’aggressione subita. Così ha chiamato immediatamente il 113. Una volta giunta sul posto, la volante ha identificato i due soggetti fermati: uno era il pachistano già indagato, l’altro era un 41enne, anche lui del Pakistan.
Il senegalese ha raccontato di non conoscere gli aggressori né le motivazione del pestaggio.



In questo articolo: