Giro di vite dei Carabinieri contro lo spaccio di stupefacenti, due arresti e una denuncia

L’attività che ha portato ai provvedimenti nelle città di Calimera, Leverano e nel capoluogo. Segnalata una persona la Prefetto quale assuntrice di droga.

Prosegue incessantemente e senza sosta l’attività dei militari dell’Arma dei Carabinieri in materia di lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti e, tra ieri e oggi, diversi sono stati i risultati conseguiti in provincia di Lecce.

Nella giornata di ieri, gli uomini della “Benemerita” della Stazione di Calimera, nel corso di una perlustrazione del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato; Gabriele Colizzi, 20enne nato a Poggiardo, ma residente nel comune grìco, in quanto, a seguito di un controllo all’interno della Villa Comunale è stato sorpreso a cedere 3,7 grammi di marijuana a un 22enne di Martignano che è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore.

Successivamente, i militari hanno svolto una perquisizione domiciliare presso la casa di Colizzi e qui hanno ritrovato altri 33,30 grammi della stessa sostanza e materiale vario per il confezionamento. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

Il giovane, al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Sempre nella giornata di ieri, ma questa volta a Lecce, il personale del Nucleo Operativo Radiomobile, al termine di una perquisizione domiciliare mirata, hanno arrestato fabrizio Miggiano, 43enne del posto, trovato in possesso di 9,1 grammi di cocaina e 0,4 grammi di mannite e materiale per il confezionamento. Anche per lui sono scattati i domiciliari.

Infine, nella mattinata di oggi, a Leverano, nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio, i Carabinieri della Stazione Locale, in collaborazione con l’unità specializzata nella ricerca della droga del Nucleo Cinofili di Modugno, hanno denunciato in stato di libertà, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio, L.A. 49enne di Leverano.

I militari, infatti, a seguito di una perquisizione domiciliare hanno ritrovato 3,5 grammi di hashish e 39 di marijuana. Tutta la droga è stata sottoposta a sequestro.