“Pizzicati” con droga e armi in casa ed arrestati. Arrivano due condanne con rito abbreviato

Il gup Cinzia Vergine, al termine di due distinti procedimenti penali, ha inflitto complessivamente oltre 11 anni di reclusione

Due sentenze di condanna, al termine di altrettanti processi con rito abbreviato, su spaccio di droga e possesso di armi da fuoco.

Nelle scorse ore, il gup Cinzia Vergine ha inflitto la pena di 7 anni e 4 mesi di reclusione a Massimiliano Renna, 47enne di Trepuzzi. Assistito dagli avvocati Salvatore Rollo e Giovanni Liaci, potrà presentare ricorso in Appello.

L’uomo venne “pizzicato”, al termine di un’operazione congiunta delle Squadre mobili di Lecce e Brindisi  in data 11 marzo del 2021, con mezzo chilo di cocaina, marijuana per 5 chili e hashish per circa 200 grammi. Non solo, poiché dopo la perquisizione in casa, è “spuntata”, una pistola mitragliatrice Uzi calibro 9×21, con caricatore e cartucce. Successivamente, Renna è stato tratto in arresto, come disposto dal pm di turno.

Sempre nelle scorse ore, come detto, il gup Cinzia Vergine ha emesso un’altra condanna con rito abbreviato.

Daniele Papa, 45enne di Trepuzzi, è stato condannato a 4 anni di reclusione ed al pagamento di una multa di 6mila euro, con l’accusa di detenzione illegale di armi ed esplosivi. Difeso dall’avvocato Salvatore Rollo, potrà presentare ricorso in Appello.

Daniele Papa venne arrestato in flagranza, il 3 agosto del 2021, dopo essere stato sorpreso con diverse armi illegalmente detenute e un chilo di marijuana. I carabinieri hanno trovato durante la perquisizione domiciliare un ordigno esplosivo di forma cilindrica, del peso di circa 2.600 grammi; un fucile da caccia a canne mozze, calibro 12; un fucile da caccia a due canne sovrapposte, calibro 20, smontato in tre pezzi; una pistola mitragliatrice completa di caricatore, due pistole semiautomatiche, una pistola scacciacani e diverse centinaia di munizioni di vario calibro.

A quel punto la perquisizione è stata estesa anche ad una masseria, nelle campagne di Squinzano, dove i militari hanno trovato un chilo di marijuana contenuta in più sacchetti di cellophane.

Il 45enne è stato condotto nel carcere di Lecce, come disposto dal pm di turno.