Alcool, droghe, truffe e violenza sulle donne nel mirino dei Carabinieri salentini

Sono stati svolti una serie di servizi di controllo, per incrementare il livello di sicurezza in tutto il periodo delle festività natalizie.  

Numerosi e diversificati sono stati i servizi di controllo straordinario del territorio messi in campo dai Carabinieri del Comando Provinciale di Lecce, per incrementare il livello di sicurezza in tutto il periodo delle festività Natalizie.

Alcool e droghe rappresentano da sempre una minaccia significativa per la sicurezza stradale, compromettendo i riflessi e la capacità di guida dei conducenti.

In tale contesto è stata posta particolare attenzione sulla vigilanza ed il rispetto del Codice della Strada, anche in risposta alla crescente preoccupazione per gli incidenti stradali, anche mortali, causati dall’uso di tali sostanze.

I controlli, pianificati in linea con le direttive condivise in sede di comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi presso la Prefettura di Lecce, hanno portato all’individuazione di conducenti che sono risultati positivi ai test di alcol e droghe ai quali è stata ritirata la patente di guida e nei casi più gravi avviato un procedimento penale.

Decine i posti di blocco ad alta visibilità (anche con l’ausilio dei Carabinieri Cinofili e quelli del Nucleo Elicotteristi) e centinaia i controlli su persone e mezzi con numerose infrazioni accertate.

Per un fine anno in sicurezza non è mancato l’impiego di militari specializzati come i Carabinieri Artificieri e Antisabotaggio che, nel corso del mese di dicembre appena trascorso, sono stati impegnati nella campagna informativa circa il corretto uso del materiale pirotecnico (avviata in collaborazione con gli istituti scolastici della provincia).

La loro collaborazione è stata indispensabile anche nel corso di controlli mirati effettuati dai militari dell’Arma territoriale sul rispetto della normativa vigente. Quasi diecimila gli articoli pirotecnici sequestrati per una massa attiva di oltre 42 Kg. Al titolare di un’attività commerciale è costata anche la segnalazione alla Procura della Repubblica.

Per garantire maggiore sicurezza ai cittadini e agli esercenti, sono stati predisposti pattugliamenti con l’impiego di Carabinieri in Grande Uniforme Storica nei principali centri storici della provincia. È stato possibile così garantire una costante presenza dell’Arma, soprattutto nelle giornate con maggiore afflusso di salentini e turisti.

Non sono cessati gli incontri informativi che il Comando Provinciale di Lecce ha continuato a mettere in atto nella “Campagna di Sicurezza per gli Anziani” al fine di salvaguardare proprio quella fascia vulnerabile di cittadinanza.

Servizi specifici hanno permesso in alcuni casi, che venissero individuati presunti responsabili che sono stati sottoposti a misura cautelare personale.

Anche per quanto concerne la violenza sulle donne, l’Arma non è rimasta indifferente. Infatti già in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, i Carabinieri sono intervenuti agli incontri informativi pianificati anche in collaborazione con il Soroptimist Club di Lecce e che sono continuati per tutto il mese di dicembre scorso.

Diverse le persone che i Carabinieri hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce perché presunti responsabili di tali violazioni.

Attraverso questi ed altri servizi straordinari di controllo del territorio, anche quest’anno, i Carabinieri hanno dimostrano un costante ed incrollabile impegno nel perseguimento della giustizia e nella promozione del messaggio di legalità soprattutto in un periodo particolarmente sensibile come quello delle festività Natalizie. Coraggio, professionalità, lealtà e sacrificio sono solo alcuni dei tanti valori che da sempre contraddistinguono l’Arma dei Carabinieri. Virtù grazie alle quali è stato possibile instaurare e far accrescere nel tempo un rapporto di fiducia con la cittadinanza.



In questo articolo: