Nasconde l’hashish all’interno del garage di casa, denunciato 18enne di Galatina

La scoperta a opera degli agenti del Commissariato di Polizia locale, al termine di una perquisizione. Il giovane aveva anche uno spinello nella tasca dei pantaloni.

Nel corso di un servizio specifico di Polizia finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti o psicotrope, gli agenti del Commissariato di Galatina, hanno svolto una perquisizione domiciliare all’indirizzo di residenza di un 18enne del posto, persona già nota.

La perquisizione ha sortito esito positivo, tant’è che dopo aver rinvenuto nelle fasi inziali dell’intera attività uno spinello, che il giovane custodiva nella tasca dei pantaloni e che lo stesso ha dichiarato essere stato confezionato con hashish, nel prosieguo del controllo i poliziotti hanno rinvenuto, all’interno di un locale adibito a deposito/box-auto sottostante l’abitazione di residenza e comunque accessibile dalla strada laterale, sei “stecchette” di hashish,  confezionate e avvolte singolarmente in cellophane trasparente, dal peso lordo complessivo di circa sei grammi; cinque bustine in plastica trasparente, solitamente utilizzate per il confezionamento e la successiva vendita; un bilancino di precisione; un rotolo di pellicola trasparente, utilizzata abitualmente per il  confezionamento e la successiva vendita.

In ufficio, gli agenti hanno ritenuto opportuno procedere a una sommaria verifica dello smartphone del 18enne nel corso della quale, nella galleria delle immagini in memoria, era presente la foto di un bilancino elettronico, perfettamente identico a quello rinvenuto e sequestrato, che era stato utilizzato per la pesatura della presunta sostanza stupefacente del tipo hashish per un peso di poco inferiore ai 100 grammi circa.

Alla luce di quanto appurato, non potendo escludere che la sostanza ritratta fosse della stessa specie di quella sequestrata, e/o parte di essa, si è reso necessario procedere anche al sequestro del telefonino.

alla luce degli elementi emersi il ragazzo è stato deferito in stato di libertà poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione a fini di spaccio.



In questo articolo: