Marina di Mancaversa: il gonfiabile prende il largo, paura per due bambine recuperate a Torre Suda

Bruttissima avventura per due bambine, una di 6 anni di Taviano e l’altra di 7 anni di Varese, salvate dal tempestivo intervento della Guardia Costiera dopo che il piccolo gonfiabile aveva preso il largo

La paura è stata tanta, ma grazie alla Guardia Costiera la brutta avventura vissuta da due bambine si è conclusa con un lieto fine. Tutto è cominciato quando il piccolo gonfiabile su cui si stavano divertendo ha preso il largo tra il panico dei bagnanti presenti lungo la costa che avevano notato il materassino a forma di cigno che si allontanava sempre più, sospinto dal vento di Tramontana che da giorni soffia sul Salento.

È stata una questione di attimi, minuti interminabili. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, le due bambine, una di  6 anni di Taviano e l’altra di 7 di Varese, stavano giocando in mare con il gonfiabile di colore bianco quando l’effetto combinato di vento e corrente le ha trascinate al largo.

Quando i genitori se ne sono accorti era troppo tardi per provare a recuperarle, anche se sono stati fatti dei tentativi disperati per raggiurgerle. E così i numerosi bagnanti presenti sulla costa di Marina di Mancaversa che hanno assistito alla drammatica scena hanno informato, tramite il numero blu 1530, la Sala Operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli. Una segnalazione che ha permesso di attivare la macchina dei soccorsi. Senza perder tempo, la motovedetta SAR CP848, abilitata alla ricerca e soccorso in mare, dal porto di Gallipoli faceva rotta verso il luogo indicato nelle chiamate.

Sono stati veri e propri attimi di paura, non solo per le piccole, ma anche per uno dei genitori, la madre, che era stata vista in mare e non era tornata a riva. Certo è che verso il gonfiabile era già stata inviata una pattuglia via terra e un secondo mezzo via mare. L’orologio segnava le 14.40, quando il cigno è stato trovato al largo di Torre Suda e, cosa più importante, le due bambine sono state recuperate. Dopo mezz’ora, sono terminate anche le ricerche della madre, rintracciata in buone condizioni a terra.

Alle 15.50 la motovedetta è giunta al porto di Gallipoli, dove le due bambine hanno potuto riabbracciare i genitori e il personale medico del 118,  presente in banchina.

Tutto è bene quel che finisce bene, ma la Guardia Costiera ha  raccomandare di non allontanarsi mai troppo dalla costa usando materassini, ciambelle, piccoli canotti gonfiabili, specialmente con venti sostenuti.



In questo articolo: