Perde il controllo dell’auto e va a schiantarsi contro la barriera spartitraffico, due donne finiscono al “Fazzi”

Il sinistro avvenuto nella serata di ieri sulla strada che da lecce conduce a Surbo, madre e figlia sono state ricoverate presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce in prognosi riservata.

A 24 ore di distanza dall’incidente nella serata di Pasqua sulla Melendugno-Torre dell’Orso, nel quale ha perso la vita la giovane Serena Nahi, un altro sinistro si è registrato in Salento e questa volta sulla Strada Statale 613, la Brindisi-Lecce, all’altezza dello svincolo per Surbo.

Le lancette dell’orologio segnavano le ore 22.00 circa, quando, un’autovettura, una Renault Modus, con a bordo un’intera famiglia, forse a causa dello scoppio di uno pneumatico, ha sbandato andando a finire prima sul guardrail e poi contro la barriera spartitraffico in cemento.

Gli automobilisti di passaggio, non appena hanno assistito alla scena, hanno prontamente chiamato i soccorsi e sul posto sono giunti i sanitari del 118. Ad avere la peggio i due passeggeri seduti dietro, madre e figlia che sono state trasportate presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce in codice giallo. Al termine degli esami presso il nosocomio leccese, però, le loro condizioni sono risultate più gravi del previsto, tanto da necessitarsi il ricovero in prognosi riservata.

Sul luogo dell’incidente anche gli agenti di Polizia Locale che hanno svolto tutti i rilievi del caso per stabilire l’esatta dinamica dell’accaduto e per regolare il traffico rimasto congestionato per l’incidente.



In questo articolo: