Rissa in stazione, resta in Carcere il 30enne indiano che ha sfregiato il ‘rivale’. I controlli continuano

Resta in carcere Harpreet Singh, il 30enne di origine indiana arrestato dopo la rissa che si era consumata davanti agli occhi spaventati di decine di passanti e famiglie che hanno assistito alla violenta lite, nata per motivi di gestione dei parcheggi abusivi. Una volta scattato l’allarme, gli agenti della Volante si sono precipitati in viale Oronzo Quarta, a pochi passi da una pensilina della fermata dell’autobus che aveva fatto da teatro alla discussione, degenerata in sangue.

Alla fine, non senza difficoltà, lo straniero – che aveva sfregiato il rivale con una bottiglia di vetro – era stato arrestato con l’accusa di lesioni aggravate e per lui si erano aperte le porte Carcere di Borgo San Nicola. Nelle scorse ore, come anticipato, il Tribunale di Lecce ha convalidato l’arresto ed ora il cittadino indiano, irregolare sul territorio, dovrà scontare la pena di due anni ed 8 mesi.

Quando la condanna sarà espiata sarà allontanato. I poliziotti della Divisione Immigrazione Lecce hanno avviato la procedura finalizzata all’espulsione dall’Italia.

Nei guai un parcheggiatore abusivo

La lite, scoppiata per le zone ‘contese’ ha fatto accendere i riflettori sul fenomeno dei parcheggiatori abusivi che si aggirano in Stazione, ma anche in altre zone a rischio della città.

E proprio questa mattina gli agenti hanno pizzicato un 30enne nigeriano mentre guardava le macchine, senza alcuna autorizzazione, in Piazzetta Bottazzi, nei pressi dell’ex ospedale “Vito Fazzi”. È stato solo l’inizio. Durante i controlli si è scoperto che non fosse in regola: era privo del permesso di soggiorno e per questo i poliziotti della Divisione Immigrazione hanno attivato la procedura per l’espulsione con accompagnamento al Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Potenza, da dove verrà rimpatriato in Nigeria non appena la procedura amministrativa con l’Ambasciata nigeriana sarà terminata.

In tal modo questo parcheggiatore abusivo clandestino non si vedrà più nelle strade di Lecce.

Controllati due esercizi commerciali

Sempre nell’ambito del servizio di controllo del territorio ad “alto impatto” sono stati effettuati due altri controlli amministrativi presso altrettanti esercizi commerciali, un minimarket di Via Dalmazio Birago ed un automarket di Via Calasso, entrambi risultati irregolari con la normativa igienico-sanitario e per questo sottoposti ad approfondimenti amministrativi finalizzati all’irrogazione delle relative sanzioni.


In questo articolo: