Scontri della domenica tra tifosi, il Siulp: ‘Solidarietà ai colleghi feriti, vanno potenziati gli organici’

Bray (Siulp Lecce): ‘I protagonisti di queste inqualificabili vicende hanno inteso attentare all’ordine ed alla sicurezza pubblica’.

Autentici professionisti del disordine, a detta del Siulp, i facinorosi che hanno dato vita ai gravi scontri in occasione delle partite della domenica tra Lecce-Bologna e Casarano-Barletta che hanno causato il ferimento di 4 agenti. Solo la professionalità e il coraggio degli uomini in divisa ha fatto sì che il bilancio delle inaudite violenze non fosse ben più grave.

‘Esprimiamo massima solidarietà e vicinanza nei confronti dei colleghi feriti da alcuni facinorosi che, celandosi tra il tifo calcistico, hanno dato vita a scene di ordinaria follia –afferma Mirco Bray, Segretario Generale di Siulp Lecce -. I protagonisti di queste inqualificabili vicende hanno inteso attentare all’ordine ed alla sicurezza pubblica, pur di dare sfogo alla loro smania di violenza ed odio. Ringraziamo anche i colleghi che hanno reso possibile la pronta risposta della Polizia di Stato che già a poche ore dagli avvenimenti ha tratto in arresto tre dei protagonisti e deferito all’ Autorità Giudiziaria altri soggetti coinvolti, nell’attesa degli ulteriori provvedimenti’.

Grande insomma l’azione della Polizia di Stato in termini quantitativi e qualitativi un un momento in cui l’organico va assottigliandosi a causa dell’ elevato numero di pensionamenti – circa 40mila poliziotti entro il 2030 – che, oltre ad assottigliare l’assetto numerico, erode il sistema soprattutto in termini di esperienza e know how operativo.

L’appello del Siulp

‘Il Siulp fa appello affinché il decisore politico e legislativo affronti urgentemente la questione inerente la reintroduzione di misure efficaci di prevenzione come quelle adottate in passato oltre ad intervenire in modo risolutivo sul nodo dei vuoti negli organici della Questura e delle Specialità della Polizia di Stato di Lecce’.



In questo articolo: