‘Sinfonia, di Rose, di Cera’, l’amore al tempo della lotta per la libertà in Tibet nel romanzo d’esordio di Edoardo Francesco Taurino

Il libro di Edoardo Francesco Taurino sarà presentato il 21 giugno 2019, alle ore 19.00, alla Libreria Feltrinelli di Lecce in Via Templari.

Quando ‘una storia’ incontra ‘la Storia’ possono nascere piccole magie. Magica è infatti l’aria che si respira nelle pagine di Sinfonia, di Rose, di Cera il romanzo d’esordio di Edoardo Francesco Taurino per Schena Editore.

La storia è una storia d’amore, il più semplice, il più tradizionale, il più dolce. La storia d’amore tra un uomo e una donna visti da una prospettiva diversa, nè la prospettiva dell’uno nè la prospettiva dell’altra. Il punto di vista, piuttosto, del figlio, lo sguardo a ritroso nello spazio e nel tempo del frutto di quell’amore sbocciato tra giardini di rose profumate e stradine di città tutte in salita.

La Storia è quella di un popolo, di un popolo e di una terra martoriata. Parliamo del Tibet e dei Tibetani e della loro lotta quotidiana per l’indipendenza dall’oppressione e dalle violenze della Cina. Dal 2009 al 2015, sono stati 137 i tibetani che si sono dati fuoco in segno di protesta per la loro libertà.

Ma quando a darsi fuoco è tuo padre, quando a restare sola è tua madre, quando il tempo sbiadisce i ricordi e consuma le pagine di un diario o i contorni di una fotografia, quando la vita ti mette dinanzi la partita doppia di un bilancio che diventa analisi di un tuo primo percorso, allora non serve arrampicarsi sugli specchi. Più difficile ma anche più vero confrontarsi con le ruvidità della propria esistenza, come carta vetrata sulla pelle lasciando che le emozioni si snocciolino come grani di rosario lisciati tra le mani.

Poveri scrittori che non hanno avuto niente a che fare con gli animi che abitano sotto questo cielo, poveri lettori che ereditano le paure dei loro scrittori‘. Non teme le banalità Edoardo Francesco Taurino e ad esse mai si consegna. Il suo stile è difficile come le spine delle rose dei giardini di Lhasa ma il retrogusto che lasciano in bocca le sue parole da una lettura a bassa voce è come quello di un profumo lieve.



In questo articolo: