Parabita conferma la fiducia ad Alfredo Cacciapaglia

Netta vittoria di Alfredo Cacciapaglia a Parabita. Con 2654 voti ed una percentuale del 43,87%, il sindaco uscente è stato riconfermato ancora una volta alla guida della città del sud Salento per i prossimi cinque anni.

Come accaduto ad Uggiano la Chiesa dove il segretario provinciale del Partito Democratico, Salvatore Piconese è stato riconfermato alla guida del Palazzo di città per i prossimi cinque anni ed a Melpignano dove Ivan Stomeo ha letteralmente stracciato il suo unico competitor Luigi Montinaro che aveva tentato di conquistare la fiducia dei cittadini votanti nel comune cuore pulsante della grecìa salentina, anche a Parabita è il sindaco uscente a spuntarla sugli avversari. Il risultato parla di una vittoria netta, schiacciante, quanto mai solida in termini di consensi ottenuti.  Con 2654 voti e una percentuale che si attesta intorno al 43,87%, infatti, Alfredo Cacciapaglia è stato riconfermato ancora una volta sindaco della città del sud Salento. Insomma, il neo-eletto primo cittadino avrà i prossimi cinque anni di tempo per tenere fede agli impegni presi con i suoi concittadini.
 
Fin dalle prime schede scrutinate Cacciapaglia ha maturato un vantaggio diventato sempre più consistente. Staccati gli altri tre candidati a Sindaco. L’ingegnere Antonio Prete, figura simbolo del Partito Democratico cittadino con al suo fianco la lista Cambiamo Insieme che conta 12 candidati al Consiglio tra i quali spicca il nome dell’ex sindaco Adriano Merico che va ad affiancarsi ad altre personalità conquista il secondo posto ottenendo poco più di 1600 consensi, 1612 per l’esattezza. Con 1003 preferenze Marcella Provenzano alla guida della lista 'Ideale Futuro'  si ferma al terzo posto. Vincenzo Caggiula, invece, è riuscito a conquistare 456 voti.

La campagna elettorale a Parabita come qualcuno ricorda è stata preceduta da forti tensioni relative a presunte pressioni subite da alcuni aspiranti candidati che per questo avrebbero rinunciato all’impegno elettorale.

Nel dettaglio lo scrutinio minuto per minuto.



In questo articolo: