Gallo, “Salento la mia seconda casa. Spero di rimanere qui a lungo”

Parla l’esterno sinistro, uno dei migliori giallorossi dal punto di vista del rendimento. Coda calciatore del mese di marzo.

Due spezzoni di gara contro Empoli ed Ascoli, poi, l’esordi dal primo minuto, da lì in poi è sempre partito titolare e si è letteralmente presa la corsia sinistra di difesa.

Antonino Gallo, palermitano classe 2000, con le sue prestazioni ad alto livello si sta confermando come uno dei migliori giovani elementi di questo campionato di Serie B e con i suoi 21 anni vuole contribuire a fare sì che i giallorossi realizzino il sogno promozione.

“Sto migliorando in fase difensiva, soprattutto, grazie ai consigli del mister e devo continuare così. Stare in alto è una cosa speciale anche perché sto iniziando adesso la mia carriera e bisogna proseguire in questo modo.

Quando sono entrato con Empoli e Ascoli è stata una sorpresa, poi, sinceramente, non mi aspettavo di partire dall’inizio. Il fatto che l’allenatore abbia detto che se imparo a usare il piede destro divento un fenomeno? Fanno piacere questi complimenti e so che devo migliorare sotto questo aspetto, per questo lavoro molto con lo staff, anche dopo gli allenamenti.

A gennaio c’erano diversi club su di me, ma il direttore e mister non volevano che andassi via, questa era anche la mia volontà e sono molto contento di non essere partito.

Il balletto che facciamo con Coda è nato in macchina e da lì abbiamo deciso di esultare in questo modo a ogni gol suo o mio a ogni gol. Oltre che con lui ho legato con Meccariello, Paganini e Maggio, ma anche con altri, però è con loro che ho un rapporto speciale.

La strada per la promozione è lunga, ci sono sei partite ed è un rush finale lungo, sabato abbiamo la Spal e dobbiamo affrontarla nel migliore dei modi, non abbassare la guardia ed essere sempre concentrati.

Siamo una squadra forte e lo sappiamo, però dobbiamo continuare ad allenarci al massimo e poi i risultati verranno.

Da piccolo vedevo giocare mio zio nel Gallipoli e quindi il Salento è la mia seconda casa, è simile a Palermo e si vive molto bene, sono felice di stare qui e spero di rimanerci il più a lungo possibile.

Ci sono tante cose che voglio fare in caso di promozione, ma il cammino è lungo e può succedere di tutto, adesso pensiamo alla Spal e poi alla prossima ancora.

L’esperienza in C mi è servita a fare le ossa è stato importante giocare in quella categoria, ma devo continuare così e non mollare di un metro come ho sempre fatto”.

Coda calciatore del mese di marzo

Intanto l’attaccante Massimo Coda è “Calciatore del mese di Marzo 2021 – Serie B”. Il premio dell’AIC – Associazione Italiana Calciatori, promosso in collaborazione con la rivista “L’Ultimo Uomo”, è il risultato dei voti espressi dai calciatori professionisti iscritti all’Assocalciatori.

Massimo Coda (Ph. Us Lecce)



In questo articolo: