Sorrento-Nardò 1-0, per i granata arriva la nona sconfitta. Toro sempre fanalino di coda

Anche in terra campana arriva lo stop per gli uomini di mister Foglia Manzillo che occupano l’ultimo posto in classifica. Domenica c’è il Gelbison in casa.

Continua la serie negativa del Nardò che, dopo la pesante sconfitta interna di domenica scorsa contro il Bitonto, torna a mani vuote dalla trasferta di Sorrento dell’ex tecnico Maiuri. Eppure i granata hanno tenuto testa ai campani per oltre un’ora, riuscendo a prendere le misure ad una squadra in salute che la clamorosa vittoria di Foggia ha proiettato in zona playoff. La sconfitta odierna (1-0), specchio dell’andamento di questo campionato, evidenzia i soliti limiti in fase offensiva del Nardò che non riesce a capitalizzare le occasioni sotto porta.

Formazione iniziale

Mister Foglia Manzillo, che deve fare a meno di Stranieri, infortunatosi all’ultimo minuto, e di capitan Aquaro lasciato a riposo, è costretto a inventarsi la formazione schierando, nel consueto 3-5-2, Mirarco tra i pali, Pantano, Centonze e Trinchera sulla linea difensiva; in mediana agiscono Danucci, Mengoli e Cancelli con Frisenda e Avvantaggiato sugli esterni, coppia d’attacco formata da Calemme e Camara.

Primo tempo

Comincia bene il Nardò che prende in mano le redini del gioco, i padroni di casa oppongono una buona resistenza ricorrendo al fallo sistematico per interrompere le trame offensive dei granata. Con il passare dei minuti si alza il ritmo del match ma le occasioni da goal ancora latitano. Al 37’ il primo sussulto è di marca rossonera: Masullo tira dalla distanza, Mirarco si distende e devia in angolo. Al 44’ arriva anche la prima occasione per il Toro: Calemme calcia uno spiovente sul secondo palo, Trinchera di testa in tuffo impegna Scarano. Si va negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Secondo tempo

Si riparte senza sostituzioni con il Sorrento più manovriero che conquista campo. Al 60’ cross di Herrera per Gargiulo che raccoglie e tira ma non inquadra lo specchio della porta. I sorrentini vanno in pressione e il Nardò non riesce a costruire azioni degne di nota. I padroni di casa continuano ad attaccare e al 72’ passano in vantaggio con Gargiulo che in area è più lesto di tutti, raccoglie un cross di Masullo e insacca alle spalle di Mirarco. Passano quattro minuti e il Nardò sfiora il pareggio con Centonze che raccoglie una punizione di Calemme e colpisce di testa mandando alto di un soffio. Gli uomini di Foglia Manzillo si riversano in attacco ma il forcing finale non produce alcun effetto e il triplice fischio sancisce la nona sconfitta in dodici gare per il Nardò.
Domenica prossima gli uomini di Foglia Manzillo ricevono la Gelbison tra le mura amiche del “Giovanni Paolo II”.

SERIE D – Girone H: risultati 12ª giornata

Agropoli – Nocerina 4-2 Altamura – Brindisi 4-0 Bitonto – Grumentum sosp. Fasano – Gravina 1-0 Fidelis Andria – Foggia 1-2 Francavilla – Taranto 0-4 Gelbison – Casarano 0-0 Gladiator – Audace Cerignola 0-3 Sorrento – Nardò 1-0


Classifica

Bitonto 25, Taranto 24, Foggia 24, Fasano 23, Sorrento 22, Casarano 18, Gravina 17, Gelbison 17, Audace Cerignola 17, Altamura 16, Gladiator 15, Brindisi 15, Nocerina 14, Fidelis Andria 12, Grumentum 12, Agropoli 12, Francavilla 11, Nardò 7.


In questo articolo: