Nola-Nardò 2-1, leggerezze in difesa dei granata. E i padroni di casa ne approfittano

I granata gettano al vento una partita che avrebbe potuto portare punti preziosi. Domenica gli uomini di Mister Ciullo ospitano il Casarano tra le mura amiche del “Giovanni Paolo II”.

Dopo la bella prova di domenica scorsa contro l’Altamura, il Nardò non riesce a dare continuità ai risultati e getta al vento una partita che avrebbe potuto portare punti preziosi. Allo “Sporting Club” di Nola, i padroni di casa sfruttano le troppe leggerezze della difesa granata e si impongono meritatamente per 2-1.

Formazione iniziale

Mister Ciullo schiera il consueto 3-5-2 con l’under Petrarca tra i pali, De Giorgi, Porcaro e Mileto sulla linea difensiva, gli under Morleo e Mancarella sugli esterni, il belga Van Ransbeeck, Cancelli e l’altro under Dorini in mediana dietro il tandem offensivo composto da Cristaldi e Puntoriere.

Primo tempo

Partita molto vivace fin dalle prime battute anche se non succede nulla di rilevante nei primi 25’ di gioco. Alla prima occasione utile, il Nola passa in vantaggio: Mileto perde palla in uscita, Padulano gliela ruba e va al tiro, deviazione in corner. Dalla bandierina lo stesso Padulano disegna una parabola perfetta per la testa di D’Orsi che batte un immobile Petrarca. Dopo il gol subito, il Nardò cala a discapito dei bruniani che prendono agevolmente il controllo della gara. I minuti passano senza ulteriori sussulti e il primo tempo si chiude con i campani in vantaggio.

Secondo tempo

Mister Ciullo sostituisce l’estremo difensore Petrarca, in campo Centonze. Il giovane portiere granata regala subito un brivido alla sua retroguardia con un’azzardata uscita a vuoto e Cardone non riesce ad approfittarne. Al 48’ Centonze si riscatta parando a terra un tiro di Ruggiero dal limite. Il Nardò si fa vedere al 62’ con un gran tiro di Cancelli dalla distanza, il pallone sfiora la traversa. Al 68’ una clamorosa ingenuità di Porcaro, che frana addosso a Corbisiero, provoca un calcio di rigore in favore dei bianconeri. Dagli undici metri Figliolia spiazza Centonze per il raddoppio campano. A completare il quadro delle ingenuità in casa granata ci pensa Mileto che viene espulso per proteste. Al 75’ il Nardò riapre la gara con Cavaliere che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, trova la deviazione vincente che batte Cappa. L’inferiorità numerica condiziona il prosieguo della gara e il Nola sfiora il tris prima con Ruggiero che colpisce la traversa e poi con il nuovo entrato Guerra nei minuti di recupero.

Domenica prossima gli uomini di Ciullo ospitano il Casarano tra le mura amiche del “Giovanni Paolo II”.

SERIE D – Girone H: risultati 2ª giornata

Brindisi – Bitonto 1-3
Casarano – Bisceglie 0-1
Fasano – Casertana 1-1
Molfetta – Audace Cerignola 1-1
Nocerina – Francavilla 2-1
Nola – Nardò 2-1
Rotonda – Mariglianese 0-1
San Giorgio – Lavello 0-1
Sorrento – Virtus Matino 0-2
Team Altamura – Gravina rinv.

Classifica

Bitonto 4, Audace Cerignola 4, Virtus Matino 4, Casertana 4, Lavello 4, Nocerina 4, Bisceglie 4, Nardò 3, Francavilla 3, Nola 3, Casarano 3, Sorrento 3, Mariglianese 3, Molfetta 2, San Giorgio 1, Fasano 1, Gravina 0, Team Altamura 0, Brindisi 0

(Photo credits: @Piero Cardone)



In questo articolo: