Lecce, domenica c’è la Cremonese. Proseguono gli allenamenti, parla Pongracic

Dopo la sosta per le nazionali, i giallorossi riprenderanno il cammino contro la compagine grigiorossa. Banda e Ceesay in differenziato.

Si attende il ritorno di Helgason che ieri ha giocato con la sua Nazionale, per il resto Banda, Ceesay e Brancolini, hanno svolto allenamento personalizzato, tutti gli altri, invece, hanno lavorato con il gruppo.

Prosegue la preparazione dei giallorossi in vista della sfida che domenica li vedrà opposti alla Cremonese, fanalino di coda del torneo con soli due punti, gara che arriva dopo una sosta, dovuta agli impegni con le nazionali.

“Le mie impressioni sul Lecce sono buone, sono in una grande squadra e mi trovo bene con i compagni, mi sono sentito subito a mio agio, forse meritavamo qualcosa di più, ma stiamo lavorando al 100% per fare bene. Per ora ho giocato tre gare, ogni partita è andata meglio rispetto alle altre, importante però, è la squadra. Posso migliorare ancora, ma mi sto allenando tanto per farlo”, ha affermato Marin Pongracic, difensore centrale classe ‘97 prelevato dal Borussia Dortumund.

La Nazionale

“Essere convocato in Nazionale per i Mondiali è il mio sogno più grande, ma il l’obiettivo attuale è giocare qui e dare il meglio, la decisione come sempre spetterà al Commissario Tecnico”.

I compagni di reparto

Samuel Umtiti è un grande calciatore, per me è un onore dividere lo spogliatoio con lui, è un campione del Mondo, lo ammiro e seguo i suoi consigli. Baschirotto mi ha sorpreso, è un difensore fortissimo in tutti i contrasti. Siamo in tanti in difesa, ma è una cosa utile per la squadra, la competizione aiuta a migliorare e in caso di problemi, c’è sempre spazio per qualcuno. Stiamo lavorando tutti per raggiungere l’obiettivo”.

La Cremonese

“Posso dire che la partita di domenica vale sei punti, ogni sfida, però, è dura e bisogna dare il 100% per vincere e i nostri tifosi ci daranno una mano. Nel corso della sosta ci siamo allenati molto, sui livelli, sulla tattica e sull’intensità. È stata una settimana molto impegnativa”.

Lecce

“Lecce è bellissima, sto bene, sono cresciuto a Monaco con tante persone italiane e qui nel Salento mi sono sentito da subito il benvenuto”.

Il calcio italiano

“In Italia c’è molta più tattica, in Bundesliga più intensità, ma il calcio è calcio e bisogna vincere sempre ogni contrasto per arrivare al successo”.

Gli attaccanti della A

“Ci sono molti attaccanti forti in A, Lukaku, Lautaro, Vlaovic, Immobile, per me sono tutte sfide impegnative ed entusiasmanti, darò sempre il massimo per fare sì che non segnino”.



In questo articolo: