Liverani fa 100 sulla panchina del Lecce: “a Napoli con delle consapevolezze in più”

Alla vigilia della trasferta sul campo del Napoli, Liverani fa il punto: “per fortuna in mezzo al campo c’è qualche alternativa in più. I nuovi sempre più nel gruppo”.

La vittoria di domenica scorsa ha alzato il morale in casa Lecce. I giallorossi, reduci dal bel poker rifilato al Torino, sono chiamati ora a un’altra trasferta proibitiva, quella allo stadio “San Paolo” di Napoli. Ma la ritrovata fiducia nei propri mezzi consentirà certamente ai giallorossi di poter scendere in campo con maggiore consapevolezza.

Il pronostico è certamente avverso: i partenopei, dopo una fase di stagione shock, sono in netta ripresa e partono con i favori dei bookmakers. Per Liverani, che domani festeggerà le 100 panchine in Salento, sono tante le insidie: “sarà una gara di intensità e fisicità e per questo è necessario avere elementi che sono al 100%, anche durante i 90 minuti – spiega il mister. I nuovi si stanno integrando molto bene: ripeto, alla base c’è un gruppo che ti permette di sentirti a casa da subito. Il risultato di domenica scorsa – con i nuovi sugli scudi – ha aiutato a lavorare con maggiore serenità e il processo di integrazione ne ha beneficiato”.

Ma l’avversario è tra i più ostici di tutti. “Gattuso è arrivato a Napoli dopo uno tsunami e ricostruire tutto in così poco tempo era davvero difficile. Ma non scordiamoci che alla vigilia del campionato il Napoli era tra le candidate allo scudetto. Rino è stato bravo a ricompattare un ambiente fratturato e 40mila spettatori per una gara casalinga contro il Lecce sono un segnale. E’ chiaro che per loro la partita di domani sarà un banco di prova per la gara di settimana prossima in Champion’s contro il Barcellona”.

Naturalmente ancora pesanti le assenze. Non faranno parte della spedizione campana Babacar, Gabriel, Meccariello, Farias e Tachtsidis. “Davanti non abbiamo recuperato nessuno: Lapadula e Falco hanno fatto bene nell’ultima uscita e avranno un’altra maglia da titolari. A centrocampo abbiamo finalmente qualche alternativa in più: c’è più qualità e quantità che ci permette di poter adottare opzioni diverse, mentre Tachtsidis tornerà a disposizione da lunedì.

Liverani festeggia la Panchina d’Argento

Il play? Dipende anche dall’avversario: c’è la possibilità di mettere in campo un elemento più tecnico (Petriccione) o uno più utile in fase di schermo (riferimento a Deiola, regista una settimana fa, ndr). Barak ha nella testa un obiettivo importante, che è l’Europeo: questo per lui è uno stimolo eccezionale e per noi questo sarà fondamentale”.

Fresco di vittoria dell’ambita Panchina d’Argento, Liverani ha infine voluto ringraziare tutti: “questo è un traguardo che è solo appartenente individuale. Voglio condividere questa soddisfazione con il mio staff, la squadra, la società, i giornalisti e tutta la città. E’ un premio importante, ma senza tutto il lavoro collettivo non sarebbe stato possibile. In questa squadra c’è grande rispetto e armonia di intenti: la proprietà l’ho sempre sentita serena e questo è molto importante. Domani saranno 100 panchine qui a Lecce: per me è motivo di orgoglio e qui si è creato un ambiente che è come una famiglia”, conclude.

I convocati

Di seguito, quindi, la lista dei 23 convocati: 3 Vera 4 Petriccione 5 Lucioni 6 Paz 7 Donati  8 Mancosu 9 Lapadula 10 Falco 11 Shakhov 13 Rossettini 14 Deiola 15 Monterisi 18 Saponara 22 Vigorito 27 Calderoni 29 Rispoli 34 Maselli 35 Rimoli 37 Majer 39 Dell’Orco 40 Sava 72 Barak 97 Chironi



In questo articolo: