Lecce, Tabanelli esulta: “finalmente un gol che porta punti. Ora serve il sostegno di tutti i tifosi”

Vigorito prova a smaltire la botta al ginocchio e stamattina si è allenato regolarmente con il preparatore Sassanelli. Ancora a parte Palombi, Bovo, Fiamozzi e Scavone.

E’ ripresa la preparazione del Lecce in vista della gara di sabato pomeriggio (ore 18) contro l’Ascoli valida per il recupero della 22esima giornata del campionato di Serie B. La sfida, che sarà la prosecuzione della sfida interrotta lo scorso 1 febbraio a causa del terribile spavento provocato dall’infortunio di Manuel Scavone, segnerà il primo di tre impegni consecutivi in casa per i giallorossi.

Una ghiotta occasione quindi per capitan Mancosu e soci di imporsi come vera mina vagante per la promozione diretta in Serie A in questa ultima parte di stagione. Reduci dal pareggio di Crotone, i salentini ieri si sono allenati ad Acaya. Hanno seguito, ancora,  un programma di lavoro differenziato Bovo, Scavone, Fiamozzi e Palombi. A questi si è aggiunto anche il portiere Mauro Vigorito, uscito anzitempo dal campo nella sfida contro i pitagorici per via di una contusione rimediata al ginocchio, ma stamattina è tornato agli ordini del preparatore Sassanelli. Buone speranze per il suo impiego nel prossimo incontro.

Record personale

Intanto, a parlare alla stampa stamane è stato Andrea Tabanelli. Il centrocampista romagnolo si è particolarmente distinto nell’ultima uscita in terra calabrese, trovando anche il quarto gol stagionale (quello del momentaneo 1-1). Piccola curiosità: quella realizzata allo “Scida” è la prima marcatura del “Taba” capace di fruttare punti alla sua squadra. In precedenza, infatti, il gol era arrivato contro il Pescara e nelle due sfide contro il Palermo, quando sono arrivate sempre sconfitte per il Lecce.

“I tre gol che avevo messo a segno in questa stagione, purtroppo, non avevano fruttato punti – sorride Tabanelli – a Crotone, invece, è arrivato un punto. Abbiamo ottenuto un pareggio contro una squadra tra le più in forma del campionato, anche se per come si era messa la partita ci stavamo già leccando i baffie. Negli ultimi tre anni ho segnato solo tre reti, mentre quest’anno sono già a quota quattro.

Il punto di Crotone è tutto da valorizzare – prosegue – questa è la nostra speranza, con una bella vittoria sabato con l’Ascoli. Anche se ragioniamo su una gara alla volta, ci aspettano tre gare consecutive al Via del Mare. I nostri tifosi ci hanno sempre seguito in maniera numerosa e calorosa, il nostro augurio è che possano essere sempre di più a sostenerci e aiutare per cercare di ottenere il massimo da queste partite in casa, che sono fondamentali per il nostro campionato”.

Una chiosa anche sul suo ruolo in campo. Giunto lo scorso anno con il compito del trequartista, oggi il Taba viene impiegato nel suo ruolo naturale. “Mi piace molto il modo di interpretare la mezzala – confessa. Con mister Liverani lavoriamo molto sui miei inserimenti, per creare più situazioni nelle nostre azioni offensive. Certamente nel girone di ritorno le difficoltà per tutti aumentano, perché ogni squadra ha un obiettivo da perseguire e il tempo per recuperare ad eventuali errori è sempre meno”.



In questo articolo: