Reggiana-Lecce 0-4. I giallorossi sfiorano la perfezione, calano il poker e tornano a vincere

I giallorossi la chiudono nel primo tempo con la doppietta di Coda e il gol di Majer. Nella ripresa quarto gol di Stepinski Sabato c’è il Chievo Verona.

Dopo i due pareggi inaspettati con i fanalini di coda Pescara e Virtus Entella, due passi falsi, conditi da altrettante prestazioni sottotono, questa sera i giallorossi sono scesi in campo in cerca del riscatto contro la Reggiana e hanno calato un bel poker (leggi le pagelle).

All’andata finì con una goleada per la compagine salentina, ma oggi è stata tutta un’altra storia, con gli emiliani di Alvini che, dopo un buon mercato di gennaio, hanno rinforzato la rosa e conseguito alcuni risultati importanti. Nella sfida del “Mapei Stadium”, mister Eugenio Corini si vede costretto a fare a meno del capitano Marco Mancosu e della punta Pablo Rodriguez, il primo rimasto nel Salento a causa di uno stato febbrile, mentre, il secondo per un affaticamento muscolare. Il tecnico Bresciano, quindi, torna ad affidarsi a Majer dal primo minuto ed Henderson nella posizione di trequartista, per il resto torna titolare bomber Coda affiancato tra lo stupore da Pettinari, nonostante la deludente prestazione con la compagine ligure.

La formazione iniziale

Il Lecce si schiera quindi con il consueto 4-3-1-2 con Gabriel tra i pali; difesa composta da Maggio, Lucioni, Meccariello e Gallo; Bjorkengren, Hjulmand e Majer in mediana, Henderson a sostegno della coppia d’attacco Coda-Pettinari.

Il primo tempo

Il primo tiro della gara è della Reggiana con il tiro dal limite di Lajeti finito alle stelle. Al quinto giallorossi vicini al gol con il tiro di Coda che da buona posizione apre troppo e manda a lato. Al 13mo buona occasione per i giallorossi con la punizione dal limite di Coda, respinta in corner da Venturi.

Giallorossi in vantaggio

Al 16mo il Lecce va in vantaggio. Coda prende palla e scarica per l’accorrente Pettinari, la punta ex Pescara finta il tiro e viene atterrato in area. Per il direttore di gara è calcio di rigore, sul dischetto si presenta in numero 9 giallorosso che spiazza Venturi e porta i giallorossi sull’1-0.

Raddoppio di Majer

Al 29mo arriva il raddoppio dei giallorossi. Corner di Henderson, respinta fuori area di Ardemagni, sul pallone si avventa Majer che con un tiro imprendibile di collo pieno trafigge per la seconda volta l’estremo difensore Reggiano.

Tris giallorosso

Al 32mo arriva il tris. Henderson passa a Pettinari che entra in area e crossa rasoterra, la palla giunge all’Hispanico che controlla e mette in gol, con la difesa emiliana immobile.

Al 44mo ci prova Siligardi, ma al momento del tiro scivola e manda alto.

Il secondo tempo

Nell ripresa i salentini scendono in campo con lo stesso undici della prima frazione.

La seconda frazione si apre subito con una buona occasione per i ragazzi di Corini con la punizione da trenta metri di Henderson di poco fuori.

Reggiana in dieci

Al 53mo gli emiliani rimangono in dieci uomini. Gallo supera Ajeti e il calciatore reggiano lo stende, l’arbitro fischia il fallo ed estrae il secondo cartellino giallo.

Al 56mo Henderson si divora il poker. Pettinari prende palla, protegge e passa a Coda che all’interno dell’area passa all’accorrente Henderson che a porta vuota spara alto. Al 61mo il sinistro di Majer viene rimpallato e termina il corner. Sulla battuta dalla bandierina, il tiro di Meccariello viene respinto con i piedi da Venturi.  Al 63mo Meccariello sfiora il gol. Corner di Henderson, colpo di testa di Lucioni, sulla palla si avventa Meccariello di tacco, ma la sfera esce di pochissimo. Al 70mo occasione per la Reggiana. Cross di Mazzocchi e colpo di testa di Varone che termina di pochissimo fuori. Al 76mo il rasoterra telefonato di Yalcin viene parato senza problemi da Venturi.

Stepinski cala il poker

All’81mo secondo rigore per i salentini. Cross di Zuta, Lunetta spinge Yalcin. Per il sig. Santoro è nuovamente penalty. Dagli 11 metri si presenta Stepinski che spiazza l’estremo dei reggiani e porta il Lecce sul 4-0.

Dopo gli scempi contro Pescara e Virtus Entella i giallorossi mettono in campo la prestazione perfetta e con un grandissimo primo tempo tornano alla vittoria. Questa volta mister Corini non sbaglia nulla, anche la scelta di Pettinari dal primo minuto, rivelatosi con il rigore procurato, l’assist per Coda e tanto altro, uno dei migliori in campo. Nella ripresa, anche grazie alla superiorità numerica, il Lecce ha gestito, senza rischiare e siglatop anche la quarta marcatura. Con i tre punti di oggi la compagine salentina accorcia a quattro punti il distacco dal secondo posto. Sabato si torna in campo contro il Chievo Verona.



In questo articolo: