Poker granata all’Altamura, inizia con il botto il Campionato del Nardò

Sfatato un tabù. Nelle ultime cinque stagioni il Toro era sempre uscito sconfitto dalla prima gara del torneo. Cristaldi autore di una doppietta.

Inizia col botto il campionato del Nardò che sul neutro del “Vantaggiato” di Copertino per inagibilità dello stadio di casa, rifila un perentorio 4-2 alla Team Altamura. Il poker permette ai granata di sfatare il tabù del debutto in campionato, sempre sconfitto nelle ultime cinque stagioni. In grande spolvero l’attaccante argentino Cristaldi autore di una doppietta.

Formazione iniziale

Mister Ciullo schiera un solido 3-5-2 con l’under Petrarca tra i pali, con De Giorgi, Porcaro e Mileto a sua protezione, gli under Alfarano e Mancarella sugli esterni, il belga Van Ransbeeck, Cancelli e l’altro under Dorini in mediana dietro il tandem offensivo composto da Cristaldi e Puntoriere.

Primo tempo

Le lancette non fanno in tempo a completare il primo giro e il Toro passa subito in vantaggio: Van Ransbeeck pennella un filtrante in profondità per Puntoriere che d’esterno beffa Spina in uscita. Colpita a freddo, l’Altamura non riesce a reagire e il Nardò trova il raddoppio al 20’ con Cristaldi che di sinistro supera Spina. Sulle ali dell’entusiasmo, i granata si distraggono e l’Altamura ne approfitta per accorciare le distanze: su un errore in fase difensiva di Porcaro, Zerbo si defila sulla destra e serve al centro Molinaro che da due passi batte Petrarca. Si scatena un parapiglia e a farne le spese sono Alfarano e Lorenzo che guadagnano in anticipo gli spogliatoi per reciproche scorrettezze. Il Nardò non si perde d’animo e al 27’ cala il tris con Cristaldi che raccoglie l’invito di De Giorgi dalla destra e insacca. I padroni di casa controllano agevolmente la gara e subiscono poco l’offensiva degli ospiti che si rendono pericolosi solo nel finale di tempo con Zerbo che sfiora la traversa dal limite dell’area. Si va negli spogliatoi con il Nardò meritatamente in vantaggio per 3-1.

Secondo tempo

A inizio ripresa i ritmi si abbassano complice anche il gran caldo e l’inferiorità numerica di entrambe le squadre. È sempre il Nardò a condurre le redini della gara e a sfiorare il gol in sequenza con Cancelli e Cristaldi che si fanno murare da Spina e infine con Mileto che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, manda alto sottomisura. Al 73’ l’Altamura fallisce l’occasione per ridurre il distacco con Tedesco che manda sul palo un calcio di rigore concesso per fallo di Mileto sullo stesso attaccante murgiano. Il gol ospite arriva due minuti più tardi con il nuovo entrato Kabine che approfitta di un’uscita azzardata di Petrarca per insaccare a porta vuota dalla distanza. Il Nardò soffre l’offensiva ospite ma nel finale serve il poker con un gran tiro da fuori area di Mengoli che manda in archivio la gara. Dopo 5’ di recupero, il triplice fischio sancisce la prima vittoria stagionale per il Nardò che, nonostante qualche svarione difensivo, conquista l’intera posta in palio.
Domenica prossima gli uomini di Ciullo sono attesi dalla trasferta di Nola.

SERIE D – Girone H: risultati 1ª giornata

Audace Cerignola – Fasano 3-1   Bisceglie – Nocerina 0-0  Bitonto – Rotonda 2-2   Casertana – Nola 2-1   Francavilla – Brindisi 2-1  Gravina – Casarano 1-2  Lavello – Molfetta 1-1 Mariglianese – Sorrento 0-2 Nardò – Team Altamura 4-2   Virtus Matino – San Giorgio 1-1

Classifica

Nardò 3, Audace Cerignola 3, Sorrento 3, Casarano 3, Casertana 3, Francavilla 3, Bitonto 1, Lavello 1, Molfetta 1, San Giorgio 1, Virtus Matino 1, Bisceglie 1, Nocerina 1, Brindisi 0, Gravina 0, Nola 0, Team Altamura 0, Fasano 0



In questo articolo: