“Si vive una volta sola”, cominciate le riprese del film di Carlo Verdone. Ma la Puglia è un set a cielo aperto…

La Puglia si riempie nuovamente di set cinematografici, alcuni quasi terminati o in fase di chiusura. Altri appena iniziati come le riprese del nuovo film Carlo Verdone “Si vive una volta sola”.

Non più solo le pagine patinate delle riviste che consigliano la Puglia come ‘meta’ da visitare o le classifiche turistiche che consigliano il tacco dello Stivale come destinazione da scegliere per le vacanze estive. La promozione delle bellezze del territorio usa altri canali, altrettanto autorevoli e popolari. Come il piccolo e grande schermo, su cui si possono ammirare, strade e piazze, campagne e mare, monumenti e vicoli, masserie e scorci del territorio. Da anni si è scoperto che ci sono location incantevoli e affascinanti che possono fare da sfondo a film e serie tv, a cortometraggi e spot. Alle produzioni già note, se ne aggiungono sempre di nuove.

“Si vive una volta sola” di Carlo Verdone

Sono iniziate da qualche giorno le riprese del nuovo film di Carlo Verdone, Era già nell’aria. Il regista romano non aveva mai nascosto la sua intenzione di ambientare la pellicola numero ventisette della sua carriera in Puglia. «Si vive una volta sola», questo il titolo, racconta la storia di quattro medici – tre uomini e una donna – talmente abili professionalmente da essere scelti per un intervento al papa. Insuperabili in sala operatoria, quanto fragili nella vita privata. I 4 sono sempre alla ricerca di scherzi e burle che a volte compromettono l’equilibrio famigliare dell’uno o dell’altro. Accanto a Carlo Verdone che vestirà i panni del professor Umberto Castaldi, capo dell’equipe medica che è riuscita ad operare il Santo Padre ci sarà anche Lucia Santini (Anna Foglietta), l’anestesista Amedeo Lasalandra (Rocco Papaleo) e l’assistente Carlo Pezzella (Max Tortora). Completa il cast, Sergio Muniz.

Le riprese del film – prodotto dalla FilmAuro di Luigi e Aurelio De Laurentiis con il sostegno logistico di Apulia Film Commission –  sono iniziate lunedì 27 maggio a Bari e continueranno per 8 settimane (fino al 20 luglio) nelle città di Polignano a Mare, Monopoli, Otranto, Castro, Santa Cesarea Terme, Conversano, Porto Badisco e Serrano.

La serie tv Cops

Non solo Verdone. C’è anche “Cops” di Luca Miniero. La serie tv – prodotta dalla Dry Media per Sky con il sostegno logistico di Apulia Film Commission – racconta la vicenda di una piccola cittadina di provincia nella quale da anni non si commettono reati. Un giorno arriva un’emissaria del ministero dell’interno per chiudere il Commissariato: in assenza di reati è soltanto una spesa che grava sulle finanze pubbliche. Le riprese che vede impegnati Claudio Bisio, Stefania Rocca, Pietro Sermonti e Dino Abbrescia sono già iniziate e continueranno fino al 29 giugno tra Nardò, Galatina, Acaya e San Vito dei Normanni.

Taranto protagonista dei romanzi di Maurizio De Giovanni

Non è finita. L’elenco continua con “Il commissario Ricciardi” diretto da Alessandro D’Alatri. La serie tv Rai ispirata ai romanzi di Maurizio De Giovanni ha come protagonista l’affascinante Lino Guanciale, noto al grande pubblico per altre fiction di successo come La Porta Rossa. Accanto all’attore abruzzese Peppe Servillo e Serena Iansiti. Luigi Alfredo Ricciardi è un commissario di polizia, protagonista di alcuni romanzi gialli e fumetti ambientati negli anni Trenta, nel pieno dell’epoca fascista, a Napoli. Le riprese della serie –  prodotta da Clemart e Rai Fiction con il supporto logistico di Apulia Film Commission – sono cominciate giovedì 23 maggio e continueranno per 8 settimane, fino al 20 luglio.

E ancora. Sabato 1 giugno, primo ciak del lungometraggio “Spaccapietre” diretto da Gianluca e Massimiliano De Serio, con protagonista Salvatore Esposito, noto per il ruolo di Gennaro “Genny” Savastano nella serie televisiva Gomorra”. Angela, madre del piccolo Antò e moglie di Giuseppe, muore come bracciante sul posto di lavoro. Giuseppe fa un’assurda promessa al figlio: un giorno riavrà sua madre.

Pinocchio

Terminate o in fase di chiusura, invece, le riprese di “Pinocchio” di Matteo Garrone. Dopo aver toccato la Toscana e il Lazio, la troupe impegnata nella lavorazione del film si è spostata a Ostuni, Fasano, Monopoli, Polignano, Noicattaro, Altamura, Gravina e Spinazzola. Protagonisti della vicenda, che mantiene sostanzialmente l’impianto narrativo de “Le Avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi, sono il premio Oscar Roberto Benigni (Geppetto), Gigi Proietti (Mangiafuoco), Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini (Gatto e Volpe) e il giovane Federico Ielapi (Pinocchio).

Alle ultime battute finali anche “Tolo Tolo” di Luca Medici, in arte Checco Zalone, “Semina il vento” di Danilo Caputo e la serie tv “Fratelli Caputo” di Alessio Inturri.



In questo articolo: