Elfi, majorettes e 100 barbe bianche: a Lecce la ‘Band di Babbo Natale’ sfila in nome della solidarietà

La Band di Babbo Natale sfilerà per i bambini del reparto di onco-ematologia pediatrica del Vito Fazzi di Lecce. I fondi saranno raccolti durante il corteo che attraverserà le strade di Lecce e donati all’Associazione “Per un sorriso in più”.

L’8 dicembre arriverà, per la prima volta a Lecce, «La band di Babbo Natale»: un corteo con cento uomini con la barba bianca e il vestito rosso, majorettes ed elfi che attraverseranno le strade della città in nome della solidarietà. L’iniziativa, fortemente voluta dall’associazione omonima, non solo animerà il cuore del capoluogo barocco, portando la magia delle feste da Piazza Mazzini a Piazza Sant’Oronzo, attraversando via Trinchese, l’ovale con la Lupa, Corso Vittorio Emanuele e Piazza Duomo dove riceverà la benedizione di monsignor Michele Seccia. Ma anche un’occasione per fare del bene.

Lungo il tragitto, sarà possibile fare la propria donazione. Il ricavato, “contato” davanti ad un notaio al termine della marcia, sarà donato all’Associazione Genitori Onco-Ematologia Pediatrica “Per un Sorriso in più” del “Vito Fazzi” di Lecce.

La presentazione dell’evento

L’appuntamento, fissato alle 18.30 del giorno dell’Immacolata, è patrocinato e sostenuto dall’amministrazione comunale di Lecce, che ha voluto invitare i cittadini a contribuire a questa buona causa anche durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è tenuta, questa mattina, all’Open Space di Palazzo Carafa.

Erano presenti il sindaco, Carlo Salvemini, l’assessore ai Diritti Civili e Volontariato, Silvia Miglietta, l’assessore al Turismo, Paolo Foresio il presidente dell’associazione «La Band di Babbo Natale», Antonio Cimino, il primario del reparto di oncologia-pediatrica Assunta Tornesello e il presidente dell’associazione “Per un Sorriso in più” Antonio Giammaruto.

“La Sfilata della Solidarietà”

«Penso sia importante come città dare questo segnale di solidarietà in un momento come questo. Io invito tutti a sentirsi coinvolti nella riuscita dell’iniziativa, sarà un sabato intenso» ha dichiarato l’assessore Miglietta.

«La band di Babbo Natale è una iniziativa alla quale ci sentiamo particolarmente legati – ha fatto eco Foresio –  che punta ad animare le vie del centro della città con il nobile obiettivo di raccogliere fondi per il reparto di oncologia pediatrica. Cominciamo così queste festività natalizie, ci sembra il modo migliore».

«Lecce è una città che è sempre stata al fianco del reparto di oncologia pediatrica – ha dichiarato Assunta Tornesello, primario di oncologia pediatrica del Fazzi –  io ringrazio la Band per quello che fa perché questa grande cascata di Babbo Natale per le vie della città coinvolge tutti e rappresenta una straordinaria testimonianza di affetto e di impegno».

La presentazione dell’iniziativa che si terrà a Lecce

«Seguo da anni la band – ha affermato la presidente del Consiglio Comunale, Paola Povero  – che si è distinta per la nobiltà dell’obiettivo, ma anche per la trasparenza del suo metodo di raccolta.  Siamo vicini anche perché crediamo bisogna valorizzare l’impegno e il sacrificio che la dottoressa Tornesello ha dovuto affrontare in questi anni per garantire un livello di assistenza del reparto di oncologia pediatrica che è elevatissimo. L’appello ai leccesi è che dimostrino e partecipino con generosità».

«Siamo persone normali che dedicano tempo e passione a cercare di far star poco meglio questi ragazzi che soffrono nell’oncologico – ha dichiarato il presidente della “Band di Babbo Natale”, Antonio Cimino – Non ci costa niente, penso che con un piccolo sacrificio ciascuno possiamo contribuire a fare qualcosa di grande. La nostra è una raccolta trasparente, alla conclusione di questa stagione di raccolta apriremo i salvadanai in piazza davanti a un notaio e consegneremo tutto all’associazione Per un sorriso in più».

«Ringrazio la Band che da anni si spende per noi, dandoci la possibilità di realizzare il nostro progetto nel reparto di oncologia pediatrica di Lecce – ha detto il presidente dell’associazione “Per un sorriso in più”, Antonio Giammarruto –  Sono iniziative come questa che ci consentono di andare avanti e realizzare il nostro progetto a Lecce».


In questo articolo: