Al via i lavori di potenziamento del depuratore di Poggiardo, consegna dell’opera a marzo 2021

Le opere per un importo di 2,5 milioni di euro porteranno la potenzialità dell’impianto e all’ottimizzazione del trattamento dell’aria.

Non solo lavori di ordinaria manutenzione, ma anche grandi opere per consentire un servizio migliore al comune interessato e a tutto il territorio salentino.

Sono iniziati i lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione a servizio di Poggiardo, nel leccese, gestito da Acquedotto Pugliese.

Le opere per un importo di 2,5 milioni di euro porteranno la potenzialità dell’impianto da 6.158 a 9.800 Abitanti Equivalenti(AE) e all’ottimizzazione del trattamento dell’aria.

Finanziato con fondi POR 2014-2020, l’intervento prevede il potenziamento del comparto grigliatura, della stazione di dissabbiatura-disoleatura e del sistema di sollevamento iniziale; la costruzione di una terza linea di trattamento biologico e di sedimentazione finale, il raddoppio delle stazioni di filtrazione, disinfezione e di digestione aerobica dei fanghi; l’adeguamento della stazione di prelievo dei fanghi, oltre alla realizzazione di una stazione di addensamento dinamico degli stessi.

Prevista, altresì, l’installazione di una nuova centrifuga per la disidratazione meccanica dei fanghi. Per un miglior efficientamento energetico, l’impianto sarà dotato di un sistema di inverter per la modulazione della frequenza delle macchine e apparecchiature.

Dal punto di vista del trattamento dell’aria, Acquedotto Pugliese procederà al confinamento dei processi di lavorazione che comportano emissioni odorigene, captandole e convogliandole verso sistemi di abbattimento efficaci. Il termine dei lavori è previsto per marzo 2021.



In questo articolo: