Coronavirus, Cuore Amico prosegue la raccolta di generi alimentari

Tante imprese hanno dato il loro apporto fondamentale all’iniziativa, ma anche tantissimi privati cittadini che hanno contribuito per aiutare i bisognosi.

Prosegue senza sosta la corsa alla solidarietà in tempo di coronavirus, che vede impegnata nel Salento una vastissima componente di attori, tra cui quella associazionistica.

L’Associazione Onlus Cuore Amico continua e rilancia la raccolta e la distribuzione di generi alimentari a tutte le persone che hanno contattato e contatteranno direttamente la propria segreteria e poi alle parrocchie, ai sindaci, alle associazioni, un impegno a 360° gradi per non lasciare nessuno da solo.

L’azione è in collaborazione con le Giubbe Verdi di Copertino, associazione di Protezione Civile e ambientale diretta da Gianluca Calò. Fino a Pasqua sono stati consegnati, nel più totale anonimato dei richiedenti, oltre 5000 pacchi di generi alimentari e si continua grazie soprattutto alle tante donazioni ricevute.

Tante le imprese che hanno contribuito e dato il loro apporto, tra queste anche Mebimport, ma anche privati cittadini che hanno voluto mantenere l’anonimato.

“Siamo partiti immediatamente per offrire il nostro supporto, cambiando momentaneamente la mission di Cuore Amico”, afferma il Presidente del Sodalizio Paolo Pagliaro.

“Ci sono persone e nuclei familiari che sono veramente in difficoltà. Oltre a chi già prima aveva bisogno di supporto, a malincuore abbiamo preso atto che c’è una platea nuova di cittadini in stato di indigenza, c’è chi le chiama nuove povertà, sono professionisti, commercianti, e possiamo affermare che buona parte del ceto medio è in ginocchio.

In cuor mio spero di poter interrompere quanto prima questo nostro impegno perché significherebbe due cose. La prima che è finita l’emergenza sanitaria, la seconda che l’economia del Paese è di nuovo in moto”.

Anche in questa fase si può donare con un versamento usando l’iban IT78H0526216080CC0800000800 con la causale “Emergenza Coronavirus aiuto famiglie distribuzione alimentare”.



In questo articolo: