Le donne ucraine cantano ‘Bella ciao’. La Resistenza che nessuno immaginava

Si combatte sulle note della più famosa canzone di liberazione dagli invasori. E l’ex presidente Poroshenko avvisa il mondo: ‘l’Ucraina non potrà essere sconfitta’.

La musica e il canto sono le principali armi con cui si sostiene l’umore e l’animo della gente in questa guerra di resistenza. E mentre l’operazione militare della Russia va avanti, anche l’Ucraina non ha intenzione di arretrare.

L’ex presidente ucraino Petro Poroshenko tuona contro coloro che avanzano dubbi sulla possibilità del popolo ucraino di resistere a lungo. “Se qualcuno spera nella resa degli ucraini per finire questa guerra allora la guerra non finirà mai, perché il nostro popolo non si arrenderà”.

Parole dure che contrastano con la volontà di molti leader europei di trovare quanto prima una soluzione pacifica ai tragici eventi di questi giorni.

La musica, intanto, è diventata protagonista, cantare significa sentirsi liberi e dare speranza ai giovani nel momento più difficile della loro vita.



In questo articolo: