Le guerre modificano la realtà. L’Italia interviene sulle politiche ambientali e della Difesa

L’idea di una guerra in Europa con le pesanti ricadute in termini economici, fa implodere le politiche energetiche e i proclami ambientalisti e sposta l’attenzione sul ruolo delle forze armate. L’esercito italiano ha emanato una circolare interna

L’esercito italiano segue gli eventi internazionali e chiede un addestramento adeguato, oltre che la messa a punto di tutti i mezzi militari.

Nella circolare interna diffusa giovedì scorso si chiede di “valutare con attenzione i congedi anticipati e un addestramento orientato al warfighting affinché siano raggiunti e mantenuti i massimi livelli di efficienza di tutti i mezzi cingolati, gli elicotteri e i sistemi d’arma dell’artiglieria”. Si tratta solo di normali ma necessarie precisazioni alla luce di un cambiamento che è sotto gli occhi di tutti.

E a proposito di cambiamenti, sarebbe utile anche rivedere le politiche energetiche, di un Paese che dipende troppo dall’energia altrui e che adesso deve trovare canali significativi per fare arrivare l’energia per illuminare, riscaldare e far muovere il nostro mondo.

Nel Salento tutto ciò appare una novità dal sapore beffardo, qui infatti si è combattuto per anni contro un gasdotto e adesso tutto è cambiato, perché l’obiettivo principale è proprio quello di fare arrivare il gas nelle nostre case. E per farlo è necessario praticare ogni strada possibile.



In questo articolo: