Soltanto controlli? No, tantissime le iniziative di solidarietà e beneficenza dei Carabinieri del Salento

Gli uomini dell’Arma di Gallipoli, Porto Cesareo, Copertino, Neviano e Sannicola hanno reso più felice la Pasqua di tante famiglie salentine. Pranzi, buoni spesa, uova pasquali, tablet e smartphone: tante le generose donazioni

Non solo sono stati in servizio per effettuare i controlli necessari a garantire il rispetto delle disposizioni delle autorità sanitarie e politiche del Paese che invitavano tutti a stare a casa nei giorni di festa, ma hanno pensato in maniera concreta a chi aveva bisogno e si trovava in difficoltà.

Tante le iniziative di generosità e solidarietà dei Carabinieri della provincia di Lecce. Gli uomini dell’Arma della Stazione di Porto Cesareo si sono fatti promotori di una lodevole attività di beneficenza a supporto delle famiglie più bisognose dell’area cesarina.

A Neviano, i Carabinieri della locale Stazione hanno acquistato 6 tablet per 6 famiglie con figli, che non disponevano di pc o smartphone per studiare da casa.

Nella mattinata di Pasqua, invece, i Carabinieri di Gallipoli, di concerto con la Caritas, hanno assicurato il pranzo pasquale a 60 persone più bisognose, individuate da tutti i sacerdoti della Città Bella.

Non sono stati da meno i militari della Stazione di Sannicola che, insieme ai colleghi della locale Associazione Nazionale Carabinieri, hanno consentito a 30 persone di Sannicola e 30 di Tuglie, di usufruire di un sostanzioso pranzo di Pasqua. A Copertino invece, i militari hanno acquistato numerosi buoni spesa per i più bisognosi.

Sempre a Gallipoli, poi, i Carabinieri della Stazione hanno portato 9 uova di Pasqua alle suore dell’Istituto degli Angeli.



In questo articolo: