‘Il territorio amalo e difendilo’, i ragazzi speciali di “Handicap e Solidarietà” puliscono Spiaggiabella

Dal 1 luglio al 30 agosto i ragazzi speciali dell’Associazione ‘“Handicap e Solidarietà” si sposteranno verso la “Pedana” di Torre Chianca per accogliere chi vuole passare una giornata in compagnia.

Amare il proprio territorio significa anche difenderlo. Difenderlo soprattutto dall’incuria e dall’inciviltà di chi lo sporca senza apprezzarne le meraviglie naturalistiche che, oltre a migliorare la qualità della vita di chi ci abita, potrebbero rappresentare una delle poche possibilità di crescita e sviluppo.

A dare una bella lezione a tutti ci hanno pensato, questa mattina, alcuni giovani e meno giovani diversamente abili insieme ai volontari dell’associazione “Handicap e Solidarietà”.

La loro sensibilità ha avuto come scenografia le distese di sabbia della marina leccese di Spiaggiabella.

Cura e pulizia dell’ambiente, questa la mission che si erano dati i ragazzi e i volontari con l’obiettivo di raccattare i rifiuti sparsi sull’arenile e di separarli come le regole di una attenta raccolta differenziata prevedono.

Ma non finisce qui. Come ogni anno, dall’1 luglio, le attività di questi ragazzi così speciali non andranno certo in vacanza, ma si sposteranno presso la “Pedana” di Torre Chianca, lido attrezzato per persone disabili. Fino a fine agosto, il calore e la simpatia di questi giovani accoglieranno chiunque voglia trascorrere una giornata al mare in ottima compagnia.

L’associazione ‘Handicap e Solidarietà’, attiva da ben 15 anni, ha la sua sede a Lecce, in Viale della Repubblica nr. 50 ed è una onlus di volontariato creata da familiari di persone diversamente abili. L’associazione promuove iniziative di integrazione sociale, coinvolgendo le stesse famiglie e la comunità locale. È gestita da educatori, volontari e figure professionali riconosciute, che organizzano per loro laboratori di musicoterapia, arte e informatica.



In questo articolo: