Salentoinbus, torna il servizio di trasporto dell’estate. Tutte le linee per scoprire “mare e terra”

Dal 26 giugno al 5 settembre, torna “SalentoinBus”, il servizio di trasporto pubblico estivo ideato e organizzato dalla Provincia di Lecce per accompagnare residenti e turisti dall’entroterra alle principali località costiere

L’obiettivo è quello di sempre: ‘accompagnare’ i turisti in vacanza, ma anche chi abita tutto l’anno in questa terra baciata dal mare, in giro per il Salento, per tutta l’estate. Dal 26 giugno al 5 settembre torna “SalentoinBus”, il servizio di trasporto pubblico ideato e organizzato dalla Provincia di Lecce.

Stagione dopo stagione, sono stati sempre più i passeggeri che hanno apprezzato la ‘libertà’ di potersi muovere alla scoperta degli angoli più belli del territorio senza lo stress del parcheggio, del traffico, delle file chilometriche che spesso si creano sulle principali arterie che portano al mare: è l’altra faccia della medaglia per una terra che con la bella stagione si anima, confermandosi una meta gettonata. Per questo è importante permettere a chi non conosce molti “scorci” di raggiungere i borghi più belli, le spiagge, i litorali falcilmente in bus.

Quest’anno – come sarà possibile consultare online sul sito istituzionale www.provincia.le.it, dove sono riportati tutti gli orari delle corse di andata e ritorno – ci saranno 13 linee principali di collegamento tra Lecce, i Comuni dell’entroterra e le principali località costiere, integrate da altre 15 linee secondarie che permettono di raggiungere praticamente tutto il Salento. Novità di quest’anno l’inserimento di un collegamento da Lecce a Casalabate, con transito a Cerrate.

Le 13 linee di Salentoinbus

Linea 101: Lecce -Torre dell’Orso – Otranto
Linea 102: Gallipoli – Maglie
Linea 103: Maglie – Santa Cesarea Terme – Castro – Marina di Andrano
Linea 104: Lecce – Porto Cesareo – Gallipoli
Linea 105: Otranto – Santa Cesarea Terme – Castro-Santa Maria di Leuca
Linea 106: Lecce – Maglie – Otranto
Linea 107: Lecce – Maglie – Tricase – Santa Maria di Leuca
Linea 108: Lecce – Gallipoli – Santa Maria di Leuca
Linea 109: Galatina – Galatone – Gallipoli
Linea 110: Porto Cesareo – Riva degli Angeli
Linea 111: Nardò – Santa Maria al Bagno – Santa Caterina
Linea 112: Soleto -Torre dell’Orso
Linea 113: Lecce – Squinzano – Casalabate

Per questa edizione, sarà disponibile il sistema di biglietteria elettronica, mediante l’utilizzo della piattaforma informatica Itineris, sviluppata dal Consorzio Cotrap per la vendita di biglietti e prenotazione del posto.

Le linee di SalentoinBus anche quest’anno prevedono fermate di interscambio con i servizi di competenza regionale e comunale:

  • Stazione ferroviaria di Lecce, tutte le linee in transito su Lecce fermano nei pressi della stazione ferroviaria, per l’opportuna integrazione con i mezzi a lunga percorrenza;
  • Aeroporti di Brindisi e Bari, raggiungibili con servizi regionali effettuati da SITA/SEAT in partenza dal City Terminal di Lecce;
  • San Pancrazio Salentino e Valle d’Itria, raggiungibili con servizi regionali ed extraprovinciali effettuati da FSE/STB Brindisi in partenza da Lecce e da Torre Lapillo;
  • Marine di Lecce, raggiungibili con servizi comunali effettuati da SGM in partenza da Lecce.

Minerva: « Il servizio vuole essere un punto fermo per i salentini»

Soddisfatto il presidente della Provincia Stefano Minerva. Anche quest’anno, nell’edizione 2021, era necessario “programmare” Salentoinbus senza rinunciare alla sicurezza. Le difficoltà e le complicazioni legate all’emergenza sanitaria non hanno fermato le corse che partiranno per tutta l’estate rispettando tutte le regole necessarie per evitare la diffusione del Covid19.

Tante le novità: allungamento del periodo del servizio, 28 linee (tra principali e secondarie) per assicurare gli spostamenti su tutto il territorio salentino e l’introduzione nel circuito delle corse di un collegamento da Lecce a Casalabate, con transito a Cerrate. «Questo consentirà una maggiore accessibilità ai punti di interesse turistico anche dell’entroterra, ed è possibile grazie anche alla collaborazione tra la Provincia e il FAI (Fondo Ambiente Italiano), nell’ambito del percorso articolato di tutela e salvaguardia che ha permesso il recupero e la fruizione dell’Abbazia di Cerrate, ormai ambita meta di turismo anche internazionale», ha dichiarato il numero uno di Palazzo dei Celestini.

«Servizio Trasporti diretto dall’ingegnere Gianni Refolo, presidenza, consiglieri provinciali, Comuni, hanno profuso un grande impegno per armonizzare il progetto promosso dalla Provincia di Lecce, sempre meglio rispetto alle istanze e alle esigenze del territorio. Il servizio vuole essere un punto fermo per i salentini, ma anche un modo per far sentire la vicinanza delle istituzioni al settore del turismo, alle attività e alle strutture recettive. In questo momento storico è fondamentale essere una destinazione in grado di offrire e garantire servizi di trasporto comodi e utili per raggiungere borghi, cittadine, spiagge, litorali del nostro Salento. L’augurio è che anche questa stagione estiva possa registrare il nostro territorio sul podio delle mete più gettonate, visto che la maggior parte dei turisti italiani che si concederanno una vacanza rimarrà entro i confini nazionali» ha concluso.

 

Immagine di copertina Leuca ph. Francesco Bello



In questo articolo: