Il Capo del Compartimento Marittimo di Gallipoli, in visita presso la sede di Tricase del Ciheam Bari

Durante la visita, il Comandante ha avuto modo di conoscere e apprezzare degli aspetti in comune con i compiti istituzionali del Corpo relativi alla salvaguardia dell’ambiente marino

Nell’abito di una serie di incontri svolti sul territorio, il Capo del Compartimento Marittimo di Gallipoli, Capitano di Vascello Pasquale Vitiello, accompagnato dal Titolare dell’Ufficio locale marittimo di Tricase, 1° Maresciallo Fernando Chiriacò, ha fatto visita a una realtà ad alta vocazione internazionale presente presso il porto della località rivierasca, ossia il Ciheam Bari – sede di Tricase.

Durante la visita, il Comandante ha avuto modo di conoscere e apprezzare degli aspetti in comune con i compiti istituzionali del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera relativi alla salvaguardia dell’ambiente marino e costiero. In particolare i funzionari presenti hanno illustrato come in questo luogo di formazione, ricerca e cooperazione, si favorisca – come avamposto mediterraneo – il dialogo tra organismi nazionali ed internazionali e si promuovano iniziative incentrate sulla difesa della diversità degli ecosistemi e sulla valorizzazione economica, sociale e ambientale delle zone costiere.

La sede di Tricase del Ciheam

Situata nell’antico Porto della città salentina, occupa immobili di proprietà comunale, ristrutturati dallo stesso Ciheam nell’ambito di progetti finanziati dalla Cooperazione territoriale Interreg Italia-Grecia.

Le operatività primarie sono mirate al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030, principalmente in attuazione dei programmi della Cooperazione Italiana, attraverso attività finalizzate allo sviluppo sostenibile di ecosistemi rurali e costieri, costantemente in linea con gli orientamenti strategici dei Paesi Membri del Ciheam e con il concetto globale di “Blue Growth”.

Luogo di formazione, ricerca e cooperazione, per la crescita sostenibile e integrata delle comunità rurali e costiere, promuove iniziative incentrate sulla difesa della diversità degli ecosistemi e sulla valorizzazione economica, sociale e ambientale delle zone costiere.



In questo articolo: