Il ‘vento di sabbia’ soffia sulla terapia intensiva, Promuovi Scorrano dona un monitor all’ospedale

L’associazione di volontariato ha consegnato all’Ospedale di Scorrano “Ignazio Veris delli Ponti” il monitor per terapia intensiva acquistato con gli introiti degli eventi organizzati per la promozione del territorio

«Con soddisfazione oggi l’associazione di volontariato Promuovi Scorrano consegna all’Ospedale di Scorrano “Ignazio Veris delli Ponti” il monitor per terapia intensiva comprato su indicazione della Direzione Sanitaria del Presidio. Vogliamo esprimere un ringraziamento al Direttore Sanitario dott. Osvaldo Maiorano per la collaborazione ed il supporto nella individuazione della necessità dell’ospedale e delle caratteristiche tecniche che doveva avere l’apparecchiatura elettromedicale. Vogliamo segnalare anche la disponibilità della ditta fornitrice che, in considerazione della finalità di donazione dell’acquisto, ci ha permesso di dotare lo stabilimento ospedaliero di Scorrano di una macchina di qualità superiore a quella programmata allo stesso costo preventivato per un altro apparecchio».

Per un’associazione che nasce con lo scopo unico di fare volontariato ‘sul’ e ‘per’ il proprio territorio non c’è nulla di più importante di raggiungere un obiettivo e di tagliare un traguardo, anche se in giorni complessi e difficili come quelli che la lotta al coronavirus sta imponendo alle nostre comunità.

È di queste ore la consegna all’Ospedale di Scorrano da parte dell’associazione Promuovi Scorrano di un monitor fondamentale per le attività di terapia intensiva che attualmente sono direzionate alla lotta al covid-19 ma nei prossimi mesi si spera possa essere di supporto per affrontare tutte le patologie che abbisognano di una strumentazione tecnica di avanguardia.

Hanno speso 4.026,00  i volontari dell’associazione Promuovi Scorrano sempre ponti a fare della trasparenza contabile un marchio della loro attività.

Le somme raccolte arrivano dalle attività che l’associazione ha svolto nello scorso inverno quando ha dato vita alla meravigliosa Sand Nativity, ovvero il presepe in sabbia che così tanti visitatori ha portatato nella bella Scorrano grazie al lavoro di sei artisti internazionali che hanno animato il Convento degli Agostiniani, location d’eccellenza dell’evento. Un evento internazionale che è stato visitato dall’Ambasciatrice dell’India in Italia, Reenat Sandhu, che ha reso omaggio alla scultura del Profeta della non violenza, il mahatma Gandhi.

Leonardo Ugolini, Mac David, Sue McGrew, Marielle Heessels, Pavel Mylnikov e Sudarsan Pattnaik  (guarda il video durante la preparazione dei lavori) hanno realizzato una Natività che, sotto lo sguardo buono di San Francesco d’Assisi, di Gandhi e di Don Tonino Bello, è stata un autentico omaggio alla laboriosità civica secondo il messaggio presente nel Vangelo di Marco: ‘Gloria a Dio nell’Alto dei Cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà.

Quel messaggio di bontà radicata nella laboriosità civica ha dato i suoi frutti e l’ospedale di Scorrano potrà così fruire per i prossimi anni di una strumentazione altamente tecnologica da utilizzare nella terapia intensiva.

ospedale-scorrano
L’ospedale di Scorrano

«Abbiamo sempre sostenuto – scrivono dall’Associazione – che la promozione di Scorrano e più in generale del territorio erano i nostri obiettivi. Oggi confermiamo queste volontà e diamo sostanza ai nostri intendimenti con un arricchimento del territorio che si realizza con questa donazione. Una piccola goccia in un mare che però senza un insieme di gocce non esisterebbe. Riteniamo anche che in questo modo diamo una risposta adeguata al sostegno che tanti cittadini hanno sempre dato alle nostre iniziative e che non potranno che guardare con soddisfazione ad un volontariato che non perde occasione per nobilitarsi e mettersi a disposizione della comunità».



In questo articolo: