«Affrontano un grande carico emotivo», la Asl organizza un servizio di supporto psicologico per il personale sanitario

L’unità Operativa di Psicologia del Lavoro e dell’Organizzazione chiede il supporto degli psicologi che vogliano collaborare con l’Asl di Lecce per dare un sostegno agli operatori sanitari in questo periodo difficile

«La Direzione Sanitaria intende predisporre un servizio di supporto psicologico a distanza rivolto a tutti gli operatori sanitari, per aiutarli a gestire al meglio il carico emotivo che quotidianamente affrontano con l’emergenza covid-19: medici, medici di medicina generale,infermieri,oss, pediatri di libera scelta e medici della continuità assistenziale, ecc.».

Tante le lamentele in questi giorni per le carenze dei dispositivi di protezione individuale, dei quali, stando alle continue richieste da parte dei sindacati, c’è grave gravissima penuria. Di certo, però, a quanto pare di capire, nessuno mette in dubbio le difficoltà psicologiche degli operatori sanitari sottoposti oltre che a rischi per la vita anche ad un carico di stress molto forte che avrebbe bisogno di una consulenza psicologica.

Così l’Asl di Lecce si organizza per offrire al suo personale ciò di cui si avverte necessità. Per realizzare tale obiettivo è necessario dare vita ad una rete di psicologici che in maniera volontaria e nell’ambito dell’orario di servizio forniscano ai professionisti sanitari un qualificato sostegno psicologico telefonico.

Nasce da qui l’invito a tutti gli psicologi psicoteraupeti – che già operano all’interno dell’Asl – interessati ad offrire la loro collaborazione mettendosi in contatto con la dottoressa Simona Cera presso l’unità Operativa di Psicologia del Lavoro e dell’Organizzazione dell’Azienda Sanitaria Locale del capoluogo chiamando allo 0832.226044 o inviando una mail a psicologialavoro@ausl.le.it



In questo articolo: