Digital Storytelling e Cittadinanza Attiva: la nuova frontiera della partecipazione sociale. Un convegno nazionale all’interno de ‘Il Veliero Parlante’

L’evento si svolgerà il 14 maggio, a partire dalle ore 9.00, nell’ ambito de ‘Il Veliero Parlante’ organizzato presso il Castello di Copertino dal 13 al 17 maggio 2024.

Si intitola ‘Digital Storytelling e cittadinanza digitale. La rete BIT & Nuvole – Curricoli Digitali‘ il convegno nazionale che si svolgerà il 14 maggio, a partire dalle ore 9.00, nell’ ambito degli eventi all’ interno della XV edizione de ‘Il Veliero Parlante’ organizzato presso il Castello di Copertino dal 13 al 17 maggio 2024.

Il programma prevede gli interventi di:

Giuseppe Silipo, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale Puglia;
Giuseppina Martelli, Referente nazionale Uff. VI Innovazione Didattica e Digitale – Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, che interverrà su ‘L’edilizia scolastica e la scuola digitale – Curriculi digitali: monitoraggio;
Giovanni Caprioli, Ufficio VI-Innovazione digitale del MIUR che interverrà su ‘I Curricoli digitali, aspetti innovativi;
Ornella Castellano, Dirigente Scolastica IC Falcone Copertino, scuola capofila della Rete Bit & Nuvole che interverrà su ‘La scrittura ai tempi di internet‘;
Mario Alessandro Bochicchio, Professore di  Informatica presso l’Università di Bari che interverrà su ‘Etica digitale, privacy e sicurezza nella scuola’;
Vito Clarizio che interverrà su ‘L’Equipe Formativa Territoriale Puglia’.
Giuseppina Mangione che interverrà su ‘Il movimento delle Avanguardie Educative INDIRE’.

Sono previsti anche gli interventi del Gruppo Monitoraggio INDIRE nelle persone di: Elisabetta Mughini, Maria Chiara Pettenati, Elena Mosa, Silvia Panzavolta, Gabriella Taddeo.

A seguire le esperienze didattiche di:
IC ‘Falcone’ di Copertino: La Rete Curricoli Bit & Nuvole. Digital Storytelling e cittadinanza;
Liceo ‘Banzi Bazoli’ di Lecce  con Antonio Lezzi: Cambiamento dal basso: BanzHack;
IC di Govone: Complessità e ricerca nel curricolo digitale. Metodologie e pratiche didattiche per una nuova comunità educativa – Dai Curricoli digitali al PNRR;
Primo Circolo Didattico ‘Cesare Battisti’ di Lecce: Creative STEM: Curricolo Digitale per la Scuola 4.0;
ITT ‘A. Volta’ di Perugia: Curricolo digitale dell’arte;
ITC ‘Lucio Lombardo Radice’ di Roma: GES, Green Economy at School (l’economia che ruota attorno al digitale);
ISIS ‘Arturo Malignani’ di Udine: Evoluzione del curricolo della rete “Input/output” in area STEM: dal reale al virtuale e viceversa;
ITIS ‘Giovanni XXIII’ di Roma: Il curricolo digitale delle STEM per l’I-Health;
Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano: Il progetto Curricoli Digitali, la sperimentazione, il curricolo “Crea la tua impronta digitale” e il Kit di
strumenti a disposizione delle scuole;
ISIS “Alfonso Casanova” di Napoli: Coding, Pensiero Computazionale e Transizione Digitale: nuovi scenari;
IC “A. Rosmini” di Roma: DIGIGREEN. Festival dell’Ecologia e dell’Immaginario Digitale.

Modererà il convegno Silvia Scandura, Scientix Ambassador, docente IC ‘Falcone’ di Copertino.

Il buffet sarà a cura degli Istituti Alberghieri dell’IISS ‘Presta – Columella’ di Lecce e IP ‘N. Moccia’ di Nardò.

Digital Storytelling e Cittadinanza Attiva: una nuova frontiera della partecipazione sociale

Nel mondo sempre più connesso e digitale di oggi, il digital storytelling si sta rivelando una potente arma per promuovere la cittadinanza attiva e stimolare il coinvolgimento sociale. Questa pratica, che combina elementi narrativi con strumenti digitali, offre un modo innovativo per condividere storie personali, esperienze e punti di vista su questioni di rilevanza sociale, politica e culturale.

La cittadinanza attiva, intesa come partecipazione attiva e responsabile alla vita della comunità, è fondamentale per il funzionamento di una società democratica. Tuttavia, spesso le persone, e i giovani in maniera particolare, si sentono distanti dai processi decisionali o non trovano canali efficaci per esprimere le proprie opinioni e preoccupazioni. Qui entra in gioco il digital storytelling.

Attraverso l’uso di strumenti digitali come video, podcast, blog e social media, il digital storytelling consente a individui e gruppi di raccontare le proprie storie in modo coinvolgente e accessibile a un pubblico più ampio. Questo approccio non solo dà voce a coloro che altrimenti potrebbero essere marginalizzati o ignorati, ma incoraggia anche la riflessione critica e il dibattito su questioni importanti.

Un esempio lampante di come il digital storytelling possa promuovere la cittadinanza attiva è quello delle campagne di sensibilizzazione su temi come i diritti umani, l’ambiente, la giustizia sociale e l’inclusione. Attraverso la condivisione di storie di vita, testimonianze personali e documentari indipendenti, i cittadini possono ispirare azioni concrete e cambiamenti sociali.

Inoltre, il digital storytelling può essere un potente strumento per l’educazione civica e la promozione della consapevolezza politica. Creare e condividere storie su temi come la democrazia, i diritti civili e le istituzioni pubbliche aiuta a informare e coinvolgere i cittadini, incoraggiandoli a partecipare attivamente alla vita politica e sociale della propria comunità.

Tuttavia, è importante sottolineare che il digital storytelling non è solo una questione di tecnologia, ma anche di narrazione efficace e autenticità emotiva. Le storie che risuonano di più sono quelle che toccano il cuore, che trasmettono empatia e che ispirano azione. Pertanto, è essenziale che i narratori digitali siano in grado di comunicare in modo chiaro, coinvolgente e autentico.

Il digital storytelling può anche essere utilizzato per valorizzare e preservare la memoria collettiva di una comunità. Raccontare storie sulla storia locale, sulle tradizioni culturali e sulle esperienze condivise aiuta a rafforzare l’identità e il senso di appartenenza alla propria comunità, promuovendo così un senso di responsabilità e cura verso il proprio ambiente sociale.

Il digital storytelling rappresenta una nuova frontiera della cittadinanza attiva, offrendo un potente strumento per promuovere l’empowerment individuale e collettivo, la partecipazione sociale e la costruzione di comunità più inclusive e resilienti. Investire nella formazione e nell’accesso alle tecnologie digitali per tutti è fondamentale per garantire che questa risorsa preziosa sia pienamente sfruttata a beneficio della società nel suo complesso.



In questo articolo: