Si può uscire per fare una passeggiata? Solo se necessario, ma puoi correre lontano da casa

Mancano poche ore ormai all’entrata in vigore del nuovo DPCM e le Faq pubblicate dal Governo non hanno chiarito tutti i dubbi riguardo le nuove restrizioni.

Tra poche ore scatterà la fase due di convivenza con il virus. A mezzanotte in punto, entrerà in vigore il decreto del Presidente del Consiglio che detterà le regole da rispettare in questo momento delicato, quando si dovrà tornare alla normalità senza che la curva dei contagi torni a salire vanificando tutti gli sforzi fatti in questi due mesi di isolamento. Per questo è importante capire bene cosa sarà consentito e cosa no dopo il lockdown, quanta libertà potranno avere gli italiani dal 4 maggio.

Sarà possibile andare a trovare una persona cara, quei ‘congiunti’ che tanto hanno fatto discutere dopo la conferenza del premier e fare sport, anche lontano da casa. E le passeggiate? No, quelle saranno concesse solo se strettamente necessarie a realizzare uno spostamento giustificato. È scritto nelle tanto attese Faq pubblicate sul sito di Palazzo Chigi.

Si può uscire per fare una passeggiata?

Si può uscire dal proprio domicilio solo per andare al lavoro, per motivi di salute, per necessità (il decreto include nelle necessità le visita ai congiunti), o per svolgere attività sportiva o motoria all’aperto. Pertanto, le passeggiate sono ammesse solo se strettamente necessarie a realizzare uno spostamento giustificato da uno dei motivi appena indicati.

Ad esempio, è giustificato da ragioni di necessità spostarsi per fare la spesa, per acquistare giornali, per andare in farmacia, o comunque per acquistare beni necessari per la vita quotidiana, ovvero per recarsi presso uno qualsiasi degli esercizi commerciali aperti. Inoltre, è giustificata ogni uscita dal domicilio per l’attività sportiva o motoria all’aperto. In ogni caso, tutti gli spostamenti sono soggetti al divieto generale di assembramento, e quindi all’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza minima di un metro fra le persone.

La domanda è chiara, ma la risposta lascia aperti molti dubbi. Ricapitolando, si può andare a correre senza rispettare i 200 metri imposti nella fase1, ma non si può fare una passeggiata se non per andare a lavoro, per necessità o per svolgere attività sportiva o motoria all’aperto. Quindi passeggiare non è uno sport, e camminare velocemente?

Posso utilizzare la bicicletta?

Più chiaro il punto sulle due ruote. L’uso della bicicletta è consentito per raggiungere la sede di lavoro, il luogo di residenza o i negozi che proseguono l’attività di vendita. È inoltre consentito utilizzare la bicicletta per svolgere attività motoria all’aperto.



In questo articolo: