“Le pareti rivolte a scirocco della Chiesa sono pericolose!”: la denuncia dei cittadini di Carpignano salentino

“Queste foto raccontano la pericolosità in cui versano le pareti a scirocco del Campanile”: la segnalazione arriva dai cittadini di Carpignano Salentino.

Dopo la protesta vibrante l’orologio del Campanile che sovrasta piazza Duca D’Aosta tornato da poco a battere ogni quarto d’ora e per il silenzio delle campane che con i suoi rintocchi ha scandito, per secoli, la vita degli abitanti di Carpignano salentino, i cittadini – in attesa di sentirle ancora rintoccare – hanno deciso di prendere di nuovo carta e penna per raccontare il senso di insicurezza che provano ogni volta che, naso all’insù, “ammirano” le pareti rivolte a scirocco della Chiesa Madre, dedicata all’assunzione di Maria Vergine.

Qualcosa, insomma, torna a preoccupare le anime del Comune della grecìa salentina: ogni volta che qualcuno guarda i muri laterali della chiesetta che si affaccia su via Roma, resta perplesso davanti allo ‘stato’ delle pareti che appare poco sicuro per i passanti.

«Oltre agli episodi di sfogliamento della superficie della pietra leccese con chiari rischi di distacco c’è da registrare il crollo di uno dei blocchi di cornice», scrivono gli abitanti pronti ad una nuova battaglia.

Tecnicismi a parte, è impossibile non notare dalle foto i pezzi di cornicione che mancano e gli strani “vuoti” che si sono creati sulla parete segno evidente, dicono, di cedimenti.

Nel mirino finisce anche via Vincenti

«Per non parlare dello stato igienico sanitario di via Vincenti causato dalla colonia di piccioni verso la quale la Curia non ha preso alcun provvedimento», continuano.



In questo articolo: