Trova per terra un portafogli con 260 euro e lo consegna subito ai Carabinieri. Il bel gesto di un 21enne salentino

Luca, 21 anni, studente universitario di Trepuzzi, non ci ha pensato nemmeno un istante e portato il portafogli ai Carabinieri: ‘So cosa significa. Lo avevo perso anche io e mi è stato riportato con i miei 20 euro!’

Duecentossessanta euro avrebbero fatto comodo a chiunque. Il portafogli del resto era a terra, quasi sotto alla panchina di una delle tante piazzette dei paesi della nostra provincia. Sarebbe servita a chiunque quella cifra, tanto più se sei uno studente e devi comprare i libri per il prossimo esame, con quello che costano i testi universitari…

Eppure Luca, 21 anni, di Trepuzzi, non ci ha pensato nemmeno un momento. Ha raccolto quell’oggetto da terra, lo ha aperto per vedere se c’era la patente o la carta di identità in maniera da rintracciare il proprietario e non trovando alcun documento di questo tipo si è fatto subito accompagnare alla Caserma dei Carabinieri.

A chi gli faceva notare la bellezza di quel gesto, Luca rispondeva senza troppi arzigogolii dialettici: ‘Io so cosa significa perdere un portafogli. E’ capitato anche a me due settimane fa. C’erano solo 20euro, ma sono stato subito chiamato e mi è stato riconsegnato tutto: portafogli, documenti e banconota da 20euro all’interno. Un gesto che mi ha fatto stare così bene che oggi ho pensato fosse doveroso ricambiare, perchè il senso civico di cui sono stato beneficiario è una moneta che si può e si deve scambiare’.

Parole bellissime quelle di Luca che mandano all’aria tutta la retorica sui nostri giovani: distratti, egocentrici, privi di senso civico, tutti a guardare soltanto il loro giardino, anzi lo schermo del loro telefonino. Nient’affatto. Luca senza sentirsi un eroe manda un messaggio bellissimo alla comunità, non solo alla sua. C’è posto per gesti onorevoli, c’è ancora posto per gesti di altruismo, hanno ancora significato le azioni che ci fanno sentire cittadini di una comunità.



In questo articolo: