Dopo una Pasquetta con il sole, 24 ore di temporali. Crollano anche le temperature

Breve parentesi di maltempo, dopo tanto sole e caldo. Secondo le previsioni degli esperti, infatti, nelle regioni del Sud sono attese piogge e temporali.

È stata una bella Pasquetta almeno dal punto di vista meteorologico. L’alta pressione che è riuscita ad impossessarsi del Belpaese ha regalato giornate dal sapore primaverile. Sole e temperature superiori alla media del periodo hanno caratterizzato questo weekend di festa, rendendo più difficile restare chiusi in casa così come disposto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per evitare la diffusione del Coronavirus.

La ‘beffa’ è che, archiviato il lunedì dell’Angelo, sull’Italia torna il maltempo. Tutta colpa di una perturbazione atlantica che, complice i venti freddi di Bora, farà crollare l’asticella della colonnina di mercurio, fino a 8 gradi in meno rispetto ai valori segnati in questo ponte di Pasqua.

La giornata ‘nera’ è proprio quella di martedì, 14 aprile quando la parola d’ordine delle regioni del Sud sarà l’instabilità. Attenzione quindi alle possibili piogge e temporali che colpiranno il Molise, la Puglia, la Campania e la Basilicata.

Quanto durerà il maltempo?

Lo stop della primavera durerà pochissimo, meno di 24 ore. Da giovedì, l’alta pressione tornerà a riaffacciarsi sull’Italia, riportando ‘in alto’ le temperature.  Ma anche il ‘caldo’ avrà le ore contate. Secondo gli esperti, nel weekend tornerà il  maltempo con il suo carico di acqua soprattutto nelle regioni del centro-nord, mentre in quelle meridionali dovrebbe resistere ancora per un po’ l’alta pressione. Per il resto, dal 25 aprile al ponte del 1° maggio sarà un alternarsi di bello e cattivo tempo.

Ma la notizia più ‘curiosa’ arriva dagli aggiornamenti a lungo termine, tutti da confermare. Stando alle previsioni per quando (forse) usciremo di casa sarà un maggio decisamente instabile e piovoso. Come nel 2019, quando il mese della Madonna collezionò una serie infinità di acquazzoni.