25 punti chiave tra sfide e richieste. I sindacati chiedono all’Asl di Lecce di attivare la delegazione trattante

Antonio Piccinno (Cisl Fp Lecce) e Mario Riso (Uil Fpl Lecce): “Tante le criticità su cui discutere nell’interesse dei lavoratori. Basta inutili rinvii’

I coordinatori provinciali del comparto sanitario della Cisl Fp di Lecce e della Uil Fpl di Lecce, rispettivamente Antonio Piccinno e Mario Riso, presentano un documento con 25 punti chiave che evidenziano criticità e chiedono alla Asl di Lecce interventi concreti per migliorare la situazione dei lavoratori e dei servizi. La sede opportuna? La Delegazione Trattante che non si attiva dal dicembre 2023. Tra i punti più importanti:

Mobilità interna

– Attivazione e composizione della Commissione Paritetica per la Mobilità Interna.
– Scorrimento delle graduatorie e predisposizione dei posti vacanti.
– Mobilità interna tra le PP.OO. e le Macrostrutture.

Contratti e regolamenti

– Ripresa dei lavori sul Contratto Integrativo Aziendale (CIA).
– Predisposizione del regolamento per l’articolo 18 del CCNL 2.11.2022 e avviso per l’anno 2024.
– Discussione del nuovo regolamento DEP per l’articolo 19 del CCNL 2.11.2022 (ex PEO) e avviso per l’anno 2024.

Finanziamento e indennità

– Rivedere il finanziamento e la graduazione delle funzioni organizzative di coordinamento.
– Prevedere un’indennità di rischio per il maneggio valori per il funzionario Economo.

Servizi e problematiche

– Migliorare il servizio mensa con un buono pasto sostitutivo.
-Trasmettere all’INPS le schede DMA per tutto il personale.
– Valutare le istanze per la libera professione del personale di Comparto.
– Pagare le prestazioni vaccinali dal 01.07.2021 per le attività anti-SarSCov-2.
– Sbloccare lo scorrimento della graduatoria degli addetti alla squadra antincendio.

Personale

– Immettere in ruolo i dipendenti in assegnazione temporanea.
– Aggiornare lo stato giuridico di tutto il personale con un progetto informatico.

Questi sono solo alcuni dei punti chiave presentati dai sindacati. L’obiettivo è quello di aprire un dialogo costruttivo con l’Asl di Lecce per migliorare le condizioni di lavoro e la qualità dei servizi offerti ai cittadini.

Le problematiche sollevate dai sindacati sono significative e richiedono soluzioni concrete da parte dell’Asl. È importante che le parti si incontrino per discutere nel merito e trovare risposte adeguate alle esigenze dei lavoratori e dei cittadini.



In questo articolo: