“Vorrei vedere il mare prima di andare in Ospedale”. E gli angeli di Life Guard realizzano il suo desiderio

Il paziente ha espresso il desiderio di vedere il mare e i volontari della Life Guard lo hanno realizzato aprendo il portellone dell’ambulanza. Un gesto semplice che ha reso tutti felici.

Iniziare un turno di lavoro senza sapere cosa la giornata ti riserverà. I volontari della Life Guard – l’associazione che ha come motto “risollevare qualcuno da terra è il solo motivo che ci autorizza a guardare qualcuno dall’alto in basso” – non sanno mai cosa aspettarsi, ma sono sempre pronti ad affrontare tutto. Può essere un’urgenza, di quelle in cui anche un minuto può essere prezioso o il trasporto di un malato in Ospedale.

È stato proprio mentre stavano accompagnando un paziente al “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli che hanno ricevuto una richiesta speciale. Nulla di irrealizzabile, ma che fa capire quanto sia difficile il momento che stiamo attraversando per alcune persone più fragili, costrette a stare chiuse in casa per proteggersi e che hanno “paura” di dover fare i conti non solo con le loro patologie, ma anche con il Covid.

«Vorrei vedere il mare» ha chiesto l’uomo ai volontari mentre si trovava in ambulanza. Un rapido sguardo è bastato ai suoi soccorritori. Non c’è stato bisogno di parlare per mettersi d’accordo sul da farsi. Gli “angeli” in divisa conoscevano bene la storia di quel paziente, sapevano che non vedeva il mare da tempo. Così, visto che c’era la possibilità di farlo senza compromettere il suo stato di salute, hanno fatto una piccola “deviazione” e quando hanno raggiunto il lungomare hanno aperto il portellone per realizzare il suo desiderio.

«Il suo viso si è illuminato. Sono questi momenti “speciali” a renderci fieri del nostro lavoro»  ci raccontano i volontari commossi nel vedere l’emozione provata dal loro paziente quando l’orizzonte davanti ai suoi occhi è cambiato, anche solo per un attimo.

«È stato bello vedere come la felicità sia riuscita a nascondere per un momento la sofferenza che stava provando» hanno concluso i volontari che hanno voluto ringraziare il loro “ospite” per quello sguardo e quel sorriso che li ha ripagati dei sacrifici fatti. E sono tanti quando si parla di organizzazioni di volontariato che vivono e vanno avanti grazie alla generosità.

Donare un sorriso, del resto, è la mission dei ragazzi della Life Guard o.d.v. veri e propri angeli del soccorso.

 



In questo articolo: