Non si ferma all’alt e fugge a tutta velocità. Poi abbandona l’auto e scappa a piedi: 27enne nei guai

Era riuscito a far perdere le sue tracce dopo aver ignorato l’alt dei Carabinieri scappando a piedi nelle campagne di Scorrano, ma la fuga di un 27enne è finita con un deferimento per resistenza a pubblico ufficiale

Dopo la rocambolesca fuga a tutta velocità per le strade di Maglie è riuscito a far perdere le sue tracce, scappando a piedi nelle campagne di Scorrano dopo aver abbandonato l’auto. Ma la notte a dir poco “movimentata” di un 27enne si è conclusa davanti agli uomini in divisa che sono riusciti a identificarlo e rintracciarlo. A finire nei guai è A.G.P. – queste le sue iniziali – deferito in stato di libertà dai Carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Maglie. Interrogato alla presenza del suo avvocato, il 27enne si è dichiarato colpevole di resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti risalgono a qualche giorno fa, quando l’orologio aveva da poco segnato le 22.20 del 20 giugno. Tutto è cominciato quando il ragazzo, al volante della sua auto, ha “incrociato” i militari che lo hanno fermato per un controllo stradale. Peccato che, anziché accostare, ha ignorato l’alt imposto dai militari della pattuglia della sezione radiomobile, fuggendo a tutta velocità. A quel punto, è nato un inseguimento per le strade della città, potenzialmente pericoloso sia per gli altri automobilisti sia per i pedoni che, in quel momento, affollavano piazza Aldo Moro, dove il veicolo ha sfrecciato tallonato dalla gazzella.

La corsa con il piede premuto sull’acceleratore è finita a Scorrano. Nelle campagne della città delle luminarie il 27enne ha deciso di abbandonare il mezzo e dileguarsi a piedi, riuscendo a far perdere le proprie tracce.

Il 27enne è riuscito a mantenere l’anonimato fino a quando le indagini degli uomini in divisa hanno permesso di chiudere il cerchio. Identificato e rintracciato, il ragazzo è stato interrogato in presenza del proprio legale per cercare di capire i motivi di tanta fretta. Alla fine, il 27enne si è dichiarato colpevole del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Ma non è finita. Dato il suo comportamento al volante è stato sanzionato per aver violato diversi articoli del Codice della Strada con contestuale sequestro amministrativo dell’ auto usata per fuggire. Insomma, è stato multato per aver guidato un’auto con patente sospesa, per guida con velocità non commisurata e per aver omesso di rispettare la luce semaforica.



In questo articolo: